La squadra mobile della Questura di Ragusa ha tratto in arresto un ragazzo di 21 anni con l'accusa di violenza sessuale nei confronti di una 12enne. Dalle indagini è infatti emerso che il giovane contattava su gruppi WhataApp le bimbe più piccole, anche perché più facilmente plagiabili e suggestionabili. La dodicenne oltre ad avere subito violenza fisica sarebbe stata costretta ad avere, più volte al giorno, rapporti ‘virtuali' con l'indagato. Un'altra giovanissima ha denunciato di essere stata vittima di un tentativo di adescamento da parte dello stesso individuo, ma non sarebbe caduta nella sua ‘trappola'.

Nel 2017 reati in calo, ma aumentano le violenze sessuali

Secondo l'ultimo dossier sulla criminalità nelle province italiane elaborato in esclusiva dal Sole 24 Ore e pubblicato ieri sono complessivamente in calo i reati in Italia – complessivamente del 2,3% – ma è allarme, tra gli altri, per le violenze sessuali; nel 2017, anno preso in esame dagli analisti, sono state denunciate in media 12,7 violenze sessuali al giorno, in crescita del 15% rispetto all'anno precedente. Le province in cui vengono maggiormente denunciati abusi sono quelle di Cagliari e Trieste.