72 CONDIVISIONI
Reddito di cittadinanza, le ultime notizie

Fine del Reddito di cittadinanza, il 30 novembre è l’ultimo giorno per fare domanda

Il reddito di cittadinanza finirà ufficialmente il 31 dicembre 2023, per essere sostituito dall’Assegno di inclusione. L’Inps ha ricordato che, di conseguenza, il 30 novembre sarà l’ultimo giorno in cui sarà possibile presentare domanda per il beneficio.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Luca Pons
72 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Reddito di cittadinanza, le ultime notizie

Si avvicina la conclusione definitiva del reddito di cittadinanza, la misura di sostegno contro la povertà varata nel 2019 e cancellata dal governo Meloni. Il 30 novembre 2023 sarà l'ultimo giorno in cui sarà tecnicamente possibile presentare domanda per ricevere il Rdc: lo ha ricordato l'Inps con un'apposita circolare. D'altra parte, l'ultima mensilità che sarà erogata in assoluto sarà quella di dicembre 2023, e dal 1° gennaio 2024 la misura cesserà completamente.

Fino a questo momento è stato possibile fare domanda anche se, come è comprensibile, il numero di richieste è nettamente calato negli ultimi mesi, sapendo che la misura sarebbe presto stata eliminata del tutto. Invece da dicembre anche la procedura online per presentare la richiesta sarà bloccata, ed entro la fine dell'anno sarà erogata l'ultima mensilità. A partire da gennaio, il governo lancerà l'Assegno di inclusione, con requisiti diversi e più stringenti.

L'Inps ha ricordato che il 30 novembre è anche la data entro cui i servizi sociali dovranno comunicare di aver preso in carico le famiglie in stato di necessità che hanno già ricevuto sette mensilità del Rdc quest'anno. Stando alle norme, questi nuclei familiari non dovrebbero più avere diritto all'assegno, ma date le loro particolari condizioni di fragilità (testimoniate proprio dalla presa in carico dei servizi sociali) potranno riceverlo fino alla fine del 2023.

Chi ad ottobre ha ricevuto la settima – e ultima – rata mensile del Rdc, dunque, potrà continuare a essere tra i beneficiari se è stato preso in carico. La rata di novembre, per queste famiglie, sarà erogata il 15 dicembre. Invece l'ultima, quella del mese di dicembre, dovrebbe arrivare il 27 dello stesso mese. In queste date saranno pagati sia gli arretrati (ad esempio, se la presa in carico ha richiesto un po' di tempo e nel frattempo una mensilità è stata saltata) sia il pagamento del mese corrente.

Per tutti quanti, in ogni caso, il reddito di cittadinanza finirà il 31 dicembre 2023. A prescindere dal numero di mensilità ricevute finora, nessun assegno Rdc sarà erogato nel 2024. L'unica eccezione sono le eventuali rate arretrate, come anche gli importi che spettano a titolo di assegno unico (questi ultimi potranno arrivare fino a febbraio del 2024). La carta Rd resterà attiva all'inizio dell'anno prossimo, proprio per permettere di accreditare gli eventuali arretrati e di spenderli, per le famiglie che li ricevono.

72 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni