I sondaggi di Tecnè che sono stati mostrati ieri sera nel corso del programma ‘Quarta Repubblica' hanno confermato ancora una volta il primato della Lega: se si votasse oggi il partito di Matteo Salvini prenderebbe il 34,7% dei voti. In quest'ultima settimana la Lega non fa registrare alcuna variazione: nel sondaggio del 25 novembre il Carroccio era dato sempre al 34,7%.

Il Partito Democratico è il secondo partito, ma è ancora molto staccato dalla Lega: se si andasse oggi alle urne toccherebbe quota 19%, in calo di uno 0,6% (era al 19,6%) Il MoVimento 5 Stelle, alle prese con lo scontro nella maggioranza, si ferma al 15,8%, in leggerissimo calo rispetto alla settimana scorsa, quando, sempre secondo Tecnè il partito di Luigi Di Maio era al 15,9%.

Continua invece l'avanzata di Fratelli d’Italia, anche se in questa rilevazione è ancora sotto al 10%: secondo altri sondaggi usciti negli ultimi giorni FdI aveva raggiunto una quota a due cifre, ora invece cresce dello 0,5% e arriva al 9,5%. Forza Italia è all’8,2%, con un +0,1% rispetto alla rilevazione del 25 novembre. Gli azzurri possono vantare esattamente il doppio del consenso attribuito a Italia Viva di Matteo Renzi, che si attesta al 4,1%. Per il nuovo partito dell'ex premier non è stata una buona settimana: complice forse le perquisizioni ai finanziatori della fondazione Open, che in passato aveva finanziato la Leopolda, e aveva sostenuto l'ascesa di Renzi, Iv ha perso lo 0,3%.

Per quanto riguarda la fiducia ai leader Matteo Salvini si guadagna ancora il primo posto, con il 23%, subito seguito da Giorgia Meloni con il 22%, e Nicola Zingaretti al 21%. Testa a testa tra Luigi Di Maio e Silvio Berlusconi che si accontentano del 19%. Il leader di Iv Matteo Renzi è ultimo in fondo alla classifica al 9%.