109 CONDIVISIONI
Coronavirus
17 Giugno 2021
13:54

Come viaggeremo in aereo quest’estate: le nuove linee guida europee

L’Agenzia dell’Ue per la Sicurezza aerea (Easa) e il Centro europeo per la Prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) hanno aggiornato le linee guida per la sicurezza dei viaggi aerei: niente test e quarantena per i viaggiatori europei che hanno completato il ciclo vaccinale o che hanno avuto il Covid negli ultimi sei mesi, ma distanziamento di almeno un metro e mascherine in tutte le fasi del viaggio.
A cura di Annalisa Cangemi
109 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

L'Agenzia dell'Ue per la Sicurezza aerea (Easa) e il Centro europeo per la Prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) hanno aggiornato le linee guida per la sicurezza dei viaggi in aereo, alla luce anche dell'approvazione da parte dell'Ue del certificato Covid digitale e del miglioramento generale della situazione epidemiologica.

Come si legge in una nota della Commissione Ue, il nuovo Protocollo sulla sicurezza sanitaria in aviazione tiene conto delle ultime evidenze scientifiche e dei recenti sviluppi, come la circolazione di varianti, come quella indiana. E in questo quadro, il protocollo sottolinea la necessità di mantenere alcune misure in vigore, come l'uso di mascherine mediche in tutte le fasi del viaggio, una buona igiene e la distanza fisica di almeno un metro. Si tratta di raccomandazioni non vincolanti, che possono aiutare gli Stati membri a garantire un approccio armonizzato in tutta Europa, scrive l'Esecutivo.

Secondo le linee guida il Centro europeo per il controllo e la prevenzione della malattie (Ecdc) e l'Agenzia europea per la sicurezza aerea (Easa), sottolineano che le persone completamente vaccinate contro il Covid-19 o che sono guarite dalla malattia negli ultimi 180 giorni non dovrebbero essere sottoposte a test o quarantena, a meno che non provengano da un'area ad altissimo rischio o in cui circola una variante di preoccupazione. Dovranno comunque essere osservate le misure di igiene delle mani e delle vie respiratorie. Tutte queste raccomandazioni valgono per i viaggi in aereo in Ue, ma anche da e verso paesi terzi.

"Il controllo del certificato vaccinale e la verifica dei certificati digitali Covid da parte degli Stati membri non deve causare affollamento negli aeroporti. La salute e la sicurezza dei passeggeri e dell'equipaggio rimangono la nostra priorità assoluta, e le nostre raccomandazioni sono pienamente in linea con le più recenti prove scientifiche e informazioni epidemiologiche", ha commentato il commissario per i Trasporti, Adina Valean.

109 CONDIVISIONI
25950 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni