2.350 CONDIVISIONI
News sul reddito di cittadinanza 2022
7 Novembre 2022
08:33

Come funzionerà il nuovo Reddito di cittadinanza del governo Meloni

Il sottosegretario al Lavoro Durigon spiega qual è la proposta della Lega per cambiare il Reddito di cittadinanza. Il sussidio si perde dopo un solo rifiuto di una proposta congrua di lavoro.
A cura di Annalisa Cangemi
2.350 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
News sul reddito di cittadinanza 2022

Il governo Meloni è pronto a rivedere il Reddito di cittadinanza, ma non ci sarà una cancellazione di colpo per i percettori che sono ritenuti idonei al lavoro. Il sottosegretario leghista Claudio Durigon nel parla sul Corriere della Sera, chiarendo che si tratterà di un percorso a esaurimento, con rinnovi per periodi di tempi sempre più brevi. Il Reddito di cittadinanza decadrà del tutto poi dopo un solo rifiuto di un'offerta di lavoro congrua (in questo momento si perde l'assegno dopo due rifiuti),

"Un décalage e un sistema che incentivi le persone a lavorare", ha spiegato il sottosegretario al Lavoro, intervistato da Enrico Marro. L'idea dell'esecutivo è quella di recuperare risorse dalla modifica del sussidio per impiegarle su una nuova Quota 102: la Lega punta a mandare le persone in pensione con 41 anni di contributi più 61 di età. Una proposta che permetterebbe di mandare in pensione prima una platea di circa 90mila lavoratori.

Così la Lega vuole cambiare il Reddito di cittadinanza

"Il sussidio non può essere a vita. Va fissato un termine oltre il quale non si può andare, un po' come con la Naspi", l’indennità di disoccupazione. L'idea è quella di un percorso per tappe: dopo i primi 18 mesi di Reddito, si può andare avanti al massimo per altri due anni e mezzo, "ma con un décalage". In pratica dopo i primi 18 mesi, se il percettore non ha trovato un lavoro, l'assegno viene sospeso e si passa per sei mesi in un percorso di politiche attive del lavoro, che prevede per esempio corsi di formazione. Per le politiche attive saranno coinvolte maggiormente le agenzie private e rafforzati gli incentivi per chi riesce a collocare al lavoro le persone in cerca di un'occupazione.

Questa fase, come ha spiegato la premier Giorgia Meloni, potrebbe essere sostenuta ricorrendo alle risorse del Fondo sociale europeo. Se dopo 6 mesi la persona è ancora senza lavoro, dice Durigon, potrebbe ottenere di nuovo il Rdc, "ma con un importo tagliato del 25% e una durata ridotta a 12 mesi", durante i quali continuerebbe a formarsi, per diventare appetibile per le aziende.

Se anche dopo questo periodo il beneficiario non riesce ad accedere aò mercato del lavoro, verrà sospeso per altri sei mesi dal Reddito, passati i quali potrà chiedere per l’ultima volta il sussidio, questa volta "solo per sei mesi e per un importo decurtato di un altro 25%. Prenderà cioè la metà di quanto prendeva all’inizio". 

Quindi il capitolo controlli: "Pensiamo – ha detto Durigon – che il sistema non debba più essere gestito centralmente dall’Inps ma sul territorio dai comuni, che conoscono meglio le reali situazioni di povertà". In questo modo si calcola che si potranno risparmiare "a regime, cioè alla fine del percorso, almeno 3 miliardi" su una spesa di circa 8 miliardi l’anno. "Ma già in partenza, con la sospensione e il taglio del 25% del sussidio, circa 1,2 miliardi, senza contare i risparmi con i controlli".

Soldi che secondo Durigon potrebbero essere utilizzati "per rafforzare gli interventi verso i veri poveri e poi per introdurre Quota 41, cioè la possibilità di andare in pensione dopo 41 anni di lavoro".

2.350 CONDIVISIONI
391 contenuti su questa storia
Ecco a voi la storia di un lavoratore e percettore del Reddito di cittadinanza
Ecco a voi la storia di un lavoratore e percettore del Reddito di cittadinanza
Conte a Napoli:
Conte a Napoli: "Reddito di Cittadinanza va difeso, ha salvato un milione di italiani dalla povertà"
Abolizione del Reddito di Cittadinanza, a Napoli arriva Giuseppe Conte: evento a Scampia il 2 dicembre
Abolizione del Reddito di Cittadinanza, a Napoli arriva Giuseppe Conte: evento a Scampia il 2 dicembre
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni