129 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
News sul caso Daniela Santanchè

Caso Santanchè, approvato un odg alla Camera per sanzionare la società della ministra

Il governo ha dato parere favorevole a un ordine del giorno dell’opposizione che impegna l’esecutivo a sanzionare la società Visibilia della ministra Santanchè, poi votato e approvato a maggioranza. Per il Pd è un atto di sfiducia, Santanchè rilancia: “Hanno fatto bene, verrò a spiegare e non avrò problemi”.
A cura di Tommaso Coluzzi
129 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

La Camera dei deputati ha approvato, nel pomeriggio, un ordine del giorno che impegna il governo a sanzionare la società Visibilia Editore della ministra Santanchè. E lo ha fatto con i voti della maggioranza, dopo il parere favorevole dello stesso esecutivo. Un vero pasticcio, che accresce l'imbarazzo del governo e della maggioranza sul caso scoppiato intorno alla ministra del Turismo, su cui si allungano anche altre ombre. Il tutto mentre Santanchè si prepara a riferire in Parlamento, dove arriverà per spiegare le sue ragioni il prossimo 5 luglio. Il parere favorevole è arrivato dalla sottosegretaria Maria Teresa Bellucci, esponente proprio di Fratelli d'Italia, a nome del governo. Non è ancora chiaro se – come però appare probabile – per errore.

L'ordine del giorno, a prima firma di Chiara Gribaudo, deputata del Partito Democratico, è stato presentato al decreto lavoro. L'obiettivo del testo era impegnare il governo "a sanzionare gli operatori che avessero usufruito in maniera fraudolenta" della Cassa integrazione Covid. Tra queste, però, viene esplicitamente citata in un passaggio la Visibilia Editore: "Società quotata in Borsa, a suo tempo controllata con il 48,6% delle azioni dalla senatrice Santanchè".

Nella premessa dell'ordine del giorno firmato da Gribaudo si legge:

Durante la drammatica fase della pandemia lo Stato ha dovuto predisporre un'ampia gamma di misure straordinarie di sostegno dell'economia, in larga parte paralizzata dall'esigenza di prevenire la diffusione del COVID-19, con il dispiegamento di ingenti risorse finanziarie a carico del bilancio pubblico; come emerse anche nelle prime fasi di attuazione di tali misure straordinarie, non mancarono deplorevoli casi di utilizzo improprio, se non addirittura fraudolento, di dette provvidenze; in particolare, molte segnalazioni riguardarono il beneficio della cassa straordinaria Covid, ovvero quello strumento che consentì di tutelare in parte i redditi dei lavoratori delle imprese costrette a sospendere le attività, scongiurando il rischio di disastrosi licenziamenti ed assicurando, altresì, quel patrimonio di professionalità che consentì alle imprese di essere pronte alla ripresa delle attività e che ha prodotto un importantissimo rimbalzo del nostro PIL nel 2022; diverse imprese utilizzarono la cassa straordinaria Covid anche senza aver avuto contrazioni delle attività e altre, addirittura, utilizzarono la cassa continuando ad impiegare i propri dipendenti nello svolgimento ordinario delle loro prestazioni lavorative; secondo quanto riportato in alcuni articoli di giornale dello scorso novembre e secondo quanto emerso dalla recente inchiesta giornalistica realizzata dal programma televisivo Report, tra le imprese che avrebbero impropriamente percepito la cassa straordinaria Covid, senza averne diritto e continuando a far lavorare il proprio personale, rientrerebbe anche la «Visibilia Editore», società quotata in Borsa, a suo tempo controllata con il 48,6 per cento delle azioni dalla Senatrice Santanchè; secondo alcuni documenti raccolti da un'apposita inchiesta della Consob, risulterebbe che diversi lavoratori, anche con ruoli apicali, non sarebbero mai stati informati della loro collocazione in cassa integrazione, addirittura a zero ore, e non avrebbero mai smesso di lavorare; qualora confermate, tali vicende evidenzierebbero condotte gravemente lesive dei diritti dei lavoratori e un sostanziale uso illegittimo degli strumenti straordinari di sostegno del reddito dei lavoratori durante la pandemia; secondo uno studio dell'ufficio parlamentare di bilancio nell'anno 2020 la percentuale di ore utilizzate per Covid, senza cali di fatturato, era stimato pari al 27 per cento, corrispondenti a circa 2,7 miliardi di euro di spesa che si sarebbe potuta risparmiare in presenza di comportamenti corretti.

In conclusione, l'ordine del giorno impegna il governo "ad adottare ogni iniziativa utile al fine di potenziare i controlli sull'utilizzo appropriato della cassa straordinaria Covid, così come delle altre provvidenze previste durante la fase della pandemia, e per sanzionare gli operatori che ne avessero usufruito in maniera fraudolenta, recuperando con la massima sollecitudine gli importi illecitamente percepiti". Insomma, la sanzione riguarderebbe anche la società di Santanchè.

Durissimo il commento della capogruppo del Partito Democratico alla Camera, Chiara Braga: "Santanchè scappa, ma intanto la maggioranza e il governo la scaricano in tempo zero votando il nostro ordine del giorno su Visibilia e cassa integrazione – ha scritto su Twitter – A sfiduciare la ministra ci hanno già pensato loro".

A stretto giro è arrivata anche la replica di Santanchè: "Hanno fatto bene, sono d'accordo – ha detto ai giornalisti presenti in Senato – Mi sembra giusto che il governo faccia la sua parte. Quando verrò qui mercoledì non avrò problemi".

In serata fonti di governo hanno spiegato la linea dell'esecutivo: "Il parere favorevole sull’ordine del giorno al decreto Lavoro presentato oggi alla Camera dall’onorevole Gribaudo si riferisce al merito del dispositivo, che impegna l’esecutivo ad adottare ogni iniziativa utile per potenziare i controlli sull’utilizzo inappropriato della cassa straordinaria Covid – si legge in una nota informale inviata alla stampa – Le premesse dell’ordine del giorno sono chiaramente strumentali, riportano comunque come fatto storico notizie di stampa già smentite dalla diretta interessata ed è pacifico che non venga espresso alcun giudizio negativo sull’operato di Santanché, nei confronti del quale il governo conferma la massima fiducia".

129 CONDIVISIONI
62 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views