197 CONDIVISIONI
16 Gennaio 2011
21:54

Berlusconi, un videomessaggio alla nazione per difendersi dallo scandalo Ruby

Il Presidente Berlusconi si rivolge alla nazione al Tg4 con un videomessaggio per difendersi dalle accuse. “Non ho mai pagato una donna ed ho una nuova compagna” la difesa del Premier.
A cura di Alessio Viscardi
197 CONDIVISIONI
berlusca

Silvio Berlusconi parla al Tg4 con un video di 8 minuti per scagionarsi dalle accuse mosse contro di lui dai Pm di Milano riguardo il caso Ruby, l'inchiesta nella quale il Presidente è indagato assieme ad Emilio Fede, Nicole Minetti e Lele Mora per reati che vanno dalla concussione, alla prostituzione minorile fino allo sfruttamento della prostituzione.

Il premier inizia con l'accusare i Pm della Procura di Milano che effettuano una “gravissima intromissione” nella sua vita privata ed in quella delle persone a lui vicine. I magistrati avrebbero schedato ed intercettato non soltanto il premier, ma anche i suoi amici.

Giustizia politicamente orientata, secondo Silvio Berlusconi, che denuncia la persecuzione nei suoi confronti. Il Presidente fa notare che le indagini sono diventate di dominio pubblico proprio il giorno dopo il giudizio della Consulta sul Legittimo Impedimento. Inoltre, rivendica che la competenza delle indagini spetta al Tribunale dei Ministri, al quale Ilda Boccassini avrebbe dovuto trasmettere gli atti entro quindici giorni. Circostanza non avvenuta.

Altra denuncia fatta dal Premier è quella che le forze dell'ordine hanno tentato di accedere alla sua segreteria politica, cosa molto strana date le dichiarazioni della Procura, secondo cui si potrebbe procedere per direttissima dati i numerosi riscontri a carico di Silvio Berlusconi.

Il premier elenca tutti gli elementi del quadro accusatorio carenti: il dirigente di Polizia concusso nega di esserlo stato, la minorenne Ruby nega di avergli confidato la sua reale età. Inoltre, Berlusconi ribadisce di essere molto generoso e di aiutare sempre le persone bisognose che si presentano da lui. Soprattutto quelle che lavorano nel mondo dello spettacolo. Ma il Presidente precisa: non ha mai preteso nulla in cambio di tali favori, soltanto amicizia ed affetto. Infine, Berlusconi ricorda come a lui piaccia circondarsi sempre di persone giovani. Soprattutto per questi ultimi, ha spesso dato incarico ai suoi collaboratori di provvedere con denaro ed altro alle loro esigenze, in caso di disagio.

Il Premier ci tiene anche a precisare che sono destituite di fondamento le accuse lanciate a Emilio Fede, Lele Mora e Nicole Minetti dal collegio inquirente. Alcune delle telefonate intercettate e date in pasto alla stampa, ribadisce Berlusconi, potrebbero avere un significato scherzoso, del tutto diverso da quello riportato dagli organi di informazione.

Infine, nessuno scandalo di natura sessuale durante le sue cene. Berlusconi afferma di non aver mai pagato una donna in vita sua. “Ho una nuova compagna da quando mi sono separato” – afferma il Presidente – “E lei era spesso presente a quelle cene”. Una compagnia che non avrebbe mai permesso il “bunga bunga” tanto chiacchierato.

197 CONDIVISIONI
Caso escort, le intercettazioni su Berlusconi non possono essere utilizzate nel processo a Bari
Caso escort, le intercettazioni su Berlusconi non possono essere utilizzate nel processo a Bari
Berlusconi dice che Meloni sarà
Berlusconi dice che Meloni sarà "un buon premier" e che con gli alleati di cdx c'è un rapporto leale
Berlusconi dice che sulla benzina Meloni ha fatto il primo errore, la risposta:
Berlusconi dice che sulla benzina Meloni ha fatto il primo errore, la risposta: "Parole senza logica"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni