Ha perso il portafoglio con il suo primo stipendio, ma è riuscito a recuperarlo grazie all'onestà di un uomo di Piove di Sacco, in provincia di Padova.  Una storia a lieto fine quella raccontata da Il Gazzettino. Uno dei protagonisti è un 61enne uscito di casa per fare visita all'anziana madre: mentre percorreva a piedi la ciclabile di Arzerello ha visto un portafoglio abbandonato a terra. Incuriosito lo ha raccolto per vedere se all'interno ci fosse documento che gli permettesse di risalire al proprietario. Purtroppo non c’era nessun riferimento utile, ma con sua sorpresa ha scoperto che all’interno c'erano ben 1.250 euro in contanti. L'uomo avrebbe potuto tranquillamente intascare il denaro in quel moment, ma ha deciso di fare quello che ogni cittadino di buon senso avrebbe fatto.

Così è andato dritto dai carabinieri di Piove di Sacco con l’obiettivo di rintracciare il proprietario. Neanche un’ora dopo fa il suo ingresso in caserma un ragazzo in lacrime. É un operaio romeno di 20 anni. Si è appena trasferito a Correzzola e ha iniziato a lavorare come elettricista per un'azienda del posto. Racconta ai miliari dell’Arma di aver perso il suo portafoglio: dentro c'erano 1250 euro, il suo primo stipendio pagato in contanti perché non aveva ancora un conto corrente in banca. Una denuncia fatta quasi speranze e invece i carabinieri  gli hanno consegnato il portafogli con tutti i soldi dentro. Per lui un’incredibile sorpresa, per il 61enne la compiacenza di avere riportato la felicità nel cuore di un giovane lavoratore. "I soldi facili non arricchiscono" ha detto l'uomo.