Vincenzino continua a lottare e a riavvicinarsi alla vita, a piccoli passi. Secondo quanto apprende Fanpage.it, la convalescenza del piccolo di Portici (Napoli), ricoverato all'ospedale Santobono di Napoli guidato dal direttore generale Rodolfo Conenna, prosegue bene. Sono stati recentemente fatti gli innesti di cute. Sarà ora importante capire se attecchiranno, per permettere al bimbo di poter guarire completamente.

Le condizioni del bimbo sono dunque in leggero miglioramento anche se, per i traumi subiti, si presume che la strada sia ancora lunga. Intanto continuano le indagini. Il piccolo era arrivato al pronto soccorso dell'ospedale pediatrico con gravi lesioni a soli 4 giorni dalla nascita. Fondamentali saranno le indagini per ricostruire quanto avvenuto; non è ancora chiaro, infatti, se le lesioni siano state causate da detergenti non adeguati, come candeggina, o da acqua troppo calda. Intanto nei confronti dei genitori era stato emesso un provvedimento di fermo per maltrattamenti.

"La signora si è avvalsa della facoltà di non rispondere – avevano spiegato a Fanpage.it gli avvocati Fabio Martullo e Gianluca Sperandeo – ha rilasciato delle dichiarazioni spontanee parlando di contrasti col suo compagno. È una situazione molto delicata, a noi pare in stato confusionale e sicuramente verrà disposta una perizia per accertare il suo stato di salute. Nei prossimi giorni proporremo istanza di Riesame". La donna, che risulta soffrire di problemi psichiatrici, aveva detto di non ricordare quello che fosse successo dopo il parto e sembrava non essere nemmeno consapevole del fatto che il piccolo fosse stato ricoverato in ospedale.