122 CONDIVISIONI
6 Agosto 2022
13:29

Vendono documenti falsi su Telegram, i Carabinieri trovano nel covo un arsenale informatico

Arrestate quattro persone, fra cui un minore, che vendevano documenti falsi. Nel loro covo sono stato trovati i dati anagrafici di migliaia di cittadini ignari.
122 CONDIVISIONI
Sequestrato un arsenale informatico a Napoli
Sequestrato un arsenale informatico a Napoli

Con tanto di listino scritto, proponevano tramite un canale Telegram l'acquisto di documenti falsi e sim card per il cellulare intestate ad altri. Con queste accuse sono stati arrestati quattro ragazzi, di cui uno minorenne. Nel loro covo è stato trovato un vero e proprio arsenale informatico.

I documenti falsi su Telegram

Il sistema è collaudato e ben organizzato: la vendita avveniva esclusivamente tramite un canale Telegram, sul quale era pubblicato un vero e proprio listino dei servizi offerti.

Si va dai documenti falsi alle schede sim per i telefonini intestate ad altre persone. Tutti strumenti utili a chi deve commettere un reato e non vuole essere scoperto.

Ma alla fine a essere scoperti dai Carabinieri di Napoli sono stati proprio i quattro ragazzi che avevano messo in piedi questo business illegale.

Così sono stati arrestati un 21enne di Siracusa già noto alle forze dell'ordine e tre incensurati di 27, 20 e 17 anni, residenti tra Portici e Ercolano.

L'arsenale informatico

Durante il blitz per arrestare i quattro malviventi, i militari hanno rinvenuto in un seminterrato di via Pomigliano a Sant'Anastasia, in provincia di Napoli, un vero e proprio arsenale informatico.

Si tratta di 420 smartphone, 2.009 sim card di diverse compagnie telefoniche, 13 computer, 54 carte di credito e bancomat, 7 patenti di guida e 6 codici fiscali contraffatti e 127 contratti per l'attivazione dell'identità digitale Spid.

Ma soprattutto i Carabinieri hanno sequestrato l'intera documentazione sull'identità di varie persone, del tutto ignare, residenti in tutta Italia, oltre che 2.280 euro in contanti.

122 CONDIVISIONI
Ruba soldi e vino in un ristorante, i titolari:
Ruba soldi e vino in un ristorante, i titolari: "Caro amico, ma che vita ti aspetta?"
Turista si perde sui Monti Lattari, ritrovata dai carabinieri:
Turista si perde sui Monti Lattari, ritrovata dai carabinieri: "Grazie per avermi salvato"
Lido abusivo sulla spiaggia di Sant'Antonio a Mergellina, l'Autorità Portuale ordina di abbattere
Lido abusivo sulla spiaggia di Sant'Antonio a Mergellina, l'Autorità Portuale ordina di abbattere
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni