Le code per i vaccini alla Mostra d'Oltremare. (Foto / Fabeook Andrea Cozzolino)
in foto: Le code per i vaccini alla Mostra d’Oltremare. (Foto / Fabeook Andrea Cozzolino)

Centinaia di medici, infermieri e pediatri sono in fila da ore alla Mostra d'Oltremare di Napoli in attesa della prima dose del vaccino contro la Covid. Una lunga fila che testimonia l'alto riscontro avuto del vaccino da parte del personale medico: al momento, infatti, la somministrazione avviene su base volontaria. Dopo la fila all'esterno, la coda riprende all'interno fino al Padiglione 1 della Mostra d'Oltremare, dove si arriva alle dieci postazioni di accettazione e quindi alla coda "finale" davanti ai box di vaccinazione veri e propri. L'obiettivo di immunizzare dunque gran parte del personale medico della Campania entro fine gennaio prosegue a passo spedito.

La lunga fila non si è fermata neanche nel pomeriggio. Attorno alle 17, erano ancora 400 le persone in attesa all'esterno della Mostra d'Oltremare, nonostante la pioggia. A controllare la coda la polizia di stato ed i colleghi della municipale, ma nonostante il clima non proprio adatto per stare all'aperto, non ci sono manifestazione di protesta. I carabinieri hanno invece vietato ad altri sanitari di aggiungersi alla fila, onde evitare che la giornata di vaccinazione possa terminare ad esaurimento dei circa 400 ancora in coda. "Una bellissima prova di serietà e senso di responsabilità", ha spiegato l'Europarlamentare del Partito Democratico Andrea Cozzolino, commentando le immagini della coda alla Mostra d'Oltremare, e ringraziando anche il dottor Ernesto Grasso, primario di medicina all’Ospedale del Mare andato in pensione il 31 dicembre scorso, come ha spiegato ancora l'eurodeputato napoletano, "ma che dopo poche ore ha deciso di tornare al lavoro per dare una mano nella somministrazione dei vaccini".