Covid 19
30 Dicembre 2021
14:02

Troppi ricoveri Covid al Cotugno, trasferiti i malati di Aids: “Fatto grave”, la denuncia di Arcigay

A causa dell’aumento dei contagi, i reparti di malattie infettive dell’ospedale Cotugno sono stati riconvertiti per ospitare i pazienti positivi, con conseguente trasferimento dei malati di Aids.
A cura di Valerio Papadia
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

L'aumento dei contagi da Covid-19, sfortunatamente, si sta accompagnando negli ultimi giorni anche a un aumento dei ricoveri. Per far fronte a un eventuale ulteriore aumento delle ospedalizzazioni, al Cotugno i reparti di malattie infettive si stanno riconvertendo per ospitare i pazienti positivi al Covid, con conseguente trasferimento di coloro che vi erano prima ricoverati, come i malati di Aids o con altre patologie collegate all'Hiv, ma anche chi è affetto da tubercolosi o da meningite. "Si ripresenta l’impossibilità di gestire patologie infettive diverse dal COVID-19, a causa della irreperibilità di posti letto completamente saturati dai pazienti Covid positivi. Ciò ha comportato in molti casi un gravissimo ritardo diagnostico e terapeutico per patologie infettive diventate quasi invisibili" è la denuncia di Antinoo Arcigay Napoli e NPS (Network Persone Sieropositive).

"È inaccettabile che, ad oggi – continua il comunicato di Arcigay e NPS – i pazienti affetti da malattie infettive non possano ancora ricevere l’assistenza sanitaria specialistica di cui hanno bisogno e diritto, in base alla legge 135/90, per incapacità di programmazione e organizzazione. La decisione di chiudere tutti i reparti specializzati in infettivologia, non lasciando un solo posto letto disponibile in tutta la regione, è a nostro avviso un atto criminale, fuori legge e incostituzionale". Le due associazione hanno richiesto dunque l'intervento della Regione Campania e di tutte le autorità competenti affinché i pazienti affetti da malattie infettive diverse dal Covid, come ad esempio l'Aids, non si ritrovino senza l'assistenza di cui hanno bisogno.

31057 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni