Una raffica di proiettili nel pieno pomeriggio di un sabato in un quartiere popolare, parliamo di Barra, periferia orientale di Napoli. Parapiglia, urla, fuggi-fuggi generale e quando la folla si dirada c'è una donna che si tocca il piede, sanguinante, perché colpita da uno dei proiettili esplosi da persone in moto che si sono dileguate rapidamente. Il fatto è avvenuto poco dopo le 18 di oggi in via Serino, traversa del corso Sirena e a due passi dal rione Bisignano.

Sul posto sono arrivati i carabinieri: la ragazza, età 25 anni, incensurata era col fidanzato, 26 anni, pregiudicato per piccoli reati, quando sono stati esplosi i colpi e si è trovata ferita in maniera non giudicata grave. Ora è all'ospedale del Mare dove si è fatta medicare.  Una delle ipotesi è che si possa trattare di una ‘stesa' di camorra, ovvero uno di questi raid armati, frequenti nell'area Est di Napoli, durante i quali clan emergenti si mostrano padroni del territorio mettendolo a ferro e fuoco.