immagine di repertorio
in foto: immagine di repertorio

In giro durante il coprifuoco alla guida di un'automobile: ma nessuno di loro aveva la patente, trattandosi di minorenni. I carabinieri di Napoli hanno dovuto penare non poco per fermarli, al termine di un lungo inseguimento di diversi chilometri, quando cioè l'automobile si è ritrovata con il passaggio bloccato da un camion di raccolta rifiuti. Sono sei i minori che erano a bordo del veicolo: alla guida un 17enne che, assieme ad altri amici (tutti tra i e 16 ed i 17 anni), stava girando a fari spenti nella notte in pieno coprifuoco.

La vicenda è avvenuta attorno alle 2.30 di questa notte, nel quartiere di Scampia: il 17enne alla guida, risultato essere incensurato, stava guidando su via Secondigliano, quando è incappato in una volante dei carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli. I militari dell'Arma, notando che la macchina stava camminando a fari spenti nonostante il buio pesto, gli ha intimato l'alt per controllarla: ma anziché fermarsi, il 17enne ha accelerato ed ha provato a seminarli. I carabinieri li hanno così inseguiti per diversi chilometri tra le strade della periferia nord di Napoli, finché il veicolo non è stato costretto a fermarsi perché bloccato da un camion della raccolta rifiuti in quel momento presente sulla carreggiata. I carabinieri hanno così scoperto che all'interno dell'automobile, oltre al 17enne alla guida, c'erano anche altri cinque minori: i sei sono stati tutti multati per aver violato le normative anti Covid e riaffidati ai genitori, mentre al 17enne alla guida dell'automobile è stata contestata la guida senza patente e la resistenza a pubblico ufficiale.