413 CONDIVISIONI
11 Novembre 2022
18:02

Riapre la chiesa di San Giovanni a Carbonara, capolavoro di gotico e Rinascimento a Napoli

Considerata tra le chiese più belle di Napoli, era chiusa dal 2019. I lavori di restauro sono durati 18 mesi. Spettacolare la nuova illuminazione notturna.
A cura di Pierluigi Frattasi
413 CONDIVISIONI

Riapre la Chiesa di San Giovanni a Carbonara dopo 2 anni di lavori di ristrutturazione. Capolavoro del Gotico e del Rinascimento a Napoli, con sculture ed affreschi eccezionali, dove è considerata tra le chiese più belle della città. Molto conosciuta soprattutto all'estero, dove viene studiata, più che dagli stessi napoletani. Per molto tempo, prima dei lavori, la chiesa è stata aperta solo saltuariamente, grazie alla disponibilità del parroco don Ciro Riccardi. Adesso, invece, l'intenzione del Comune e del Demanio è di renderla fruibile ai visitatori tutti i giorni.

Due anni di lavori, era chiusa dal 2019

Era un peccato non poterla ammirare. I turisti accorrevano tutti i giorni per chiedere quando sarebbe stata riaperta al pubblico, in quanto è considerata tra le chiese più belle di Napoli. I lavori di restauro, eseguiti dal Provveditorato alle Opere Pubbliche per la Campania, Molise, Puglia e Basilicata – direttore dei lavori l'architetto Vincenzo Sposito – si sono concentrati sullo scalone monumentale e sulla facciata, sono state restaurate le cappelle d'Eboli di Castropignano, Caracciolo di Vico e Somma, con il consolidamento del maestoso altare Miroballo che ha recuperato l'originaria policromia.

I lavori, dopo l'approvazione del progetto da parte della Soprintendenza nel 2019, hanno avuto inizio nel marzo 2021, per concludersi nei tempi previsti. Sono durati complessivamente 18 mesi, considerando una proroga e una sospensione parziale per la redazione e approvazione di una perizia di variante che tenesse conto di alcuni lavori supplementari che il progetto esecutivo appaltato non aveva considerato.

Spettacolare l'illuminazione notturna

Ieri sera è stata provata anche l'illuminazione artistica esterna ed il risultato è davvero spettacolare. L'intervento su facciata, scalone e tre cappelle, appena concluso, faceva parte del programma dei 15 in carico al Provveditorato delle Opere pubbliche, approvato dal Mibact, di concerto con il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Al taglio del nastro, questa mattina, sono intervenuti il Parroco don Ciro Riccardi e l'arcivescovo metropolita don Mimmo Battaglia, il sindaco Gaetano Manfredi, l'assessore alle Infrastrutture del Comune Edoardo Cosenza, il soprintendente Abap (Archeologia, Belle arti e Paesaggio) Salvatore Buonomo, il direttore regionale del Demanio Mario Parlagreco e il provveditore alle Opere Pubbliche Placido Migliorino.

413 CONDIVISIONI
Il 31 gennaio si festeggia San Ciro Martire, patrono di Portici (Napoli)
Il 31 gennaio si festeggia San Ciro Martire, patrono di Portici (Napoli)
Galleria Vittoria a Napoli chiusa per lavori, quando riapre: date e orari
Galleria Vittoria a Napoli chiusa per lavori, quando riapre: date e orari
Edgar Degas in mostra a Napoli: 100 opere del pittore francese esposte a San Domenico Maggiore
Edgar Degas in mostra a Napoli: 100 opere del pittore francese esposte a San Domenico Maggiore
Dipendente del supermercato muore schiacciato da cancello, tragedia a Vallo della Lucania
Dipendente del supermercato muore schiacciato da cancello, tragedia a Vallo della Lucania
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni