Caffè "salati" a Positano, perla della Costiera Amalfitana, nella provincia di Salerno, dove torna a far discutere, ancora una volta, il caro prezzi, riservato soprattutto ai turisti. Oggetto della discussione, questa volta, il conto di uno dei tanti bar della cittadina, pubblicato su Facebook da una donna della provincia di Napoli che si era concessa una sosta a Positano insieme alla famiglia: un totale di 46 euro per due caffè, due coca cola e due bottigliette d'acqua. "Non so che ne pensate voi, ma 46 euro non si può sentire" scrive Stefania, la diretta interessata, sul social network, pubblicando la foto dello scontrino. Dall'immagine è possibile vedere come un caffè costi 10 euro, così come una Coca Cola, mentre una bottiglietta d'acqua costa invece 3 euro.

Le reazioni allo scontrino di Positano

La vicenda ha generato moltissimi commenti, dividendo l'opinione degli utenti che si sono imbattuti nel post della donna: se molti, infatti, condannano conti così salati, tanti altri trovano sia giusto pagare tale cifra in un posto esclusivo come Positano. "Le chiavi del bar te le hanno date o passi a prenderle poi?" domanda, ironicamente, qualcuno. "Positano è così. Io quando mi siedo da quelle parti, chiudo gli occhi" scrive, invece, un altro utente.

Le precedenti vicende

Non è la prima volta che la cittadina affacciata sul Golfo di Salerno finisce sotto i riflettori per il suo caro prezzi. Nell'estate del 2013, due turisti italiani, seduti a un bar di Positano, si videro addebitare in conto 12 euro per una insalata, 8 euro per una granita, ma soprattutto 9 euro per una bottiglia d'acqua. Anche in quel caso, arrabbiati e amareggiati, i turisti pubblicarono la foto dello scontrino sui social network, generando tantissimi commenti e interazioni, da parte di utenti per la maggior parte indignati.

Lulù Fiorentino, proprietario del locale di Positano, si è difeso con forza: "Bastava leggere il menù coi prezzi riportati. Peraltro avevamo anche uno spettacolo in corso". A Fanpage.it il sindaco della cittadina Giuseppe Guida ha spiegato: “Siamo in una città con servizi d’eccellenza e in una perla del turismo campano. Teniamone conto”