Solidarietà per Saverio Tommasi, il giornalista di Fanpage.it aggredito durante una manifestazione di negazionisti del coronavirus, anche da Piero De Luca, figlio del presidente della Campania Vincenzo e parlamentare in forza al Partito Democratico. De Luca jr ha partecipato quest'oggi ad un incontro nell'aula di Montecitorio per discutere sulle comunicazioni del presidente del consiglio dei ministri Giuseppe Conte in vista del prossimo consiglio europeo, in programma per il 15 e 16 ottobre.

Consiglio europeo nel quale si parlerà anche di coronavirus, e di come contrastarlo. "L'obiettivo principale è avere un vaccino sicuro ed efficace, universale, giusto e equo per tutti", ha spiegato Piero De Luca, che però ha anche parlato del contrasto alle fake news e soprattutto ai negazionisti del virus stesso. "Dobbiamo sostenere la scienza e la medicina per difendere la vita dei nostri cittadini", ha aggiunto De Luca jr, "Soprattutto, dobbiamo opporci con forze alla folle propaganda dei negazionisti scesi in Piazza. Parlare di dittatura sanitaria lo riteniamo inaccettabile. Queste persone", ha proseguito il deputato del Partito Democratico, "non hanno rispetto per chi ci ha lasciato e per chi continua a lottare contro il coronavirus. E dovrebbero avere anche rispetto per l' informazione: per questo diamo qui la nostra solidarietà a Saverio Tommasi, giornalista di Fanpage.it, minacciato e insultato ad una di quelle manifestazioni". Sabato scorso, in piazza San Giovanni a Roma, il giornalista di Fanpage.it era stato aggredito mentre si avvicinava ai manifestanti: tra questi i sovranisti, i nomask che parlano di dittatura sanitaria e della non-esistenza del coronavirus, nonché vari gruppi identitari della galassia dell'estrema destra, insieme ai gruppi No5G e antivaccinisti.