1.123 CONDIVISIONI
Coronavirus
13 Novembre 2020
18:42

Perché la Campania è passata in zona rossa Covid

Ci sono molti fattori che hanno portato la Campania a fare il doppio salto: da zona gialla a zona rossa Covid. I principali motivi alla base della decisione del ministero e dell’Iss sono i focolai negli ospedali e nelle Rsa in aumento ma soprattutto il sovraccarico di terapia intensiva sopra il 30% e delle aree mediche sopra il 40%.
A cura di Ciro Pellegrino
1.123 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Nuovi contagi (tanti), trend in salita, Rt sopra 1, altri focolai anche nelle Rsa, le residenze per anziani e negli ospedali. Sovraccarico di terapia intensiva sopra il 30% e delle aree mediche sopra il 40%: ecco i motivi per i quali la Regione Campania oggi è stata riclassificata zona rossa Covid, facendo un doppio salto e senza passare per l'intermedia arancione.

Le 26 pagine della valutazione d'impatto Covid stilate dall'Istituto superiore di Sanità con i tecnici del ministero della Salute questa settimana si giovano dei dati aggiornati e delle relazioni ministeriali degli ispettori giunti a Napoli in visita in ospedali e Asl. Sono i sovraccarichi di terapia intensiva e aree mediche stavolta a fare la differenza. «Nella settimana 26 sono stati riportati 3 focolai attivi in “RSA o altra Struttura a lungo degenza” (vs 0 la settimana precedente). Sono stati anche rilevati focolai in RSA e ospedali questa settimana attraverso Epidemic Intelligence» si legge nella nota che accompagna una delle schede sulla situazione della Campania.

Dunque sono serviti i focus degli ultimi giorni, fortemente voluti dal ministro Roberto Speranza e dal ministro Francesco Boccia per disabinguare, spazzare il campo da ogni dubbio circa la reale situazione campana. Del resto la situazione non è migliore nel resto del Paese: «Nella settimana di monitoraggio, tutte le Regioni sono classificate a rischio alto di una epidemia non controllata e non gestibile sul territorio o a rischio moderato con alta probabilità di progredire a rischio alto nelle prossime settimane».

Zona rossa vuol dire – molto sinteticamente – vietati gli spostamenti, chiusi bar, ristoranti e negozi in generale, eccetto supermercati, farmacie, tabaccherie, parrucchieri, scuola in presenza solo fino alla prima media (ma in Campania le scuole sono già tutte chiuse e non riapriranno), oltre che le chiusure valide per tutto il Paese, quelle di cinema, teatri, palestre. L'obiettivo è frenare in maniera drastica i contagiati e con essi la percentuale media che accede agli ospedali per sintomi medio-gravi.

1.123 CONDIVISIONI
27003 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni