341 CONDIVISIONI
7 Agosto 2021
14:05

Per anni ha minacciato, preso a calci e a pugni un anziano: badante arrestata

Una badante rumena è stata arrestata dai carabinieri con l’accusa di maltrattamenti contro familiari o conviventi. Il fatto è avvenuto a Carbonara di Nola, paese in provincia di Napoli. La vittima ha raccontato tutto: anni e anni di minacce e botte da parte della badante. La sua versione è stata ritenuta credibile e avvalorata anche dalle successive visite mediche effettuate.
A cura di Enrico Tata
341 CONDIVISIONI

Per anni ha minacciato e picchiato l'uomo che avrebbe dovuto in realtà assistere, come prevedeva il suo incarico di lavoro. La vittima è un anziano di 85 anni, la presunta responsabile è una donna di 47 anni della Romania. Quest'ultima è stata arrestata dai carabinieri con l'accusa di maltrattamenti contro familiari o conviventi. Il fatto è avvenuto a Carbonara di Nola, paese in provincia di Napoli.

L'anziano ha denunciato anni di violenze e minacce da parte della badante

Stando a quanto si apprende, a dare l'allarme sarebbero stati alcuni cittadini, probabilmente vicini di casa dell'anziano. I carabinieri sono arrivati sul posto per verificare. Ad aprirgli la porta dell'appartamento è stata la stessa badante. I carabinieri hanno chiesto all'85enne se ci fossero particolari problemi in casa e quest'ultimo ha fatto intendere di avere bisogno di aiuto. L'uomo è un pensionato e non ha figli.

La badante è stata accompagnata presso il carcere di Pozzuoli

La donna e l'anziano sono stati accompagnati in caserma e lì la vittima ha raccontato tutto: anni e anni di minacce e botte da parte della badante. La sua versione è stata ritenuta credibile e avvalorata anche dalle successive visite mediche effettuate. I sanitari del 118, infatti, hanno evidenziato diversi segni inequivocabili, prova evidente di anni di violenze e percosse patite. Sul corpo, infatti, c'erano diverse ecchimosi. La badante è stata per questo arrestata e accompagnata presso il carcere di Pozzuoli, in attesa di essere giudicata. Come detto, l'accusa a lei contestata è quella di maltrattamenti contro familiari o conviventi.

341 CONDIVISIONI
Edicolante al Vomero picchiato a pugni in faccia: "Preso a calci mentre ero a terra svenuto"
Edicolante al Vomero picchiato a pugni in faccia: "Preso a calci mentre ero a terra svenuto"
Il racconto di Claudia: "Il mio vicino mi ha preso a pugni e calci perché sono lesbica, ho paura"
Il racconto di Claudia: "Il mio vicino mi ha preso a pugni e calci perché sono lesbica, ho paura"
3.086 di Gianluca Orru
Entra in un Caf armato di coltello e inveisce contro i poliziotti: 52enne denunciato a Napoli
Entra in un Caf armato di coltello e inveisce contro i poliziotti: 52enne denunciato a Napoli
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni