8.004 CONDIVISIONI
Tabaccaio ruba Gratta e vinci da mezzo milione a Napoli
6 Settembre 2021
13:40

Parla Gaetano Scutellaro, l’uomo del Gratta e Vinci rubato: “Sono io la vittima”

Parla l’uomo che avrebbe rubato il tagliando vincente da 500mila euro: “Non era della signora, ma mio”. E spiega: “Non entro in quella tabaccheria perché non sono in buoni rapporti: non sono il tabaccaio ma l’ex marito della titolare”, ha aggiunto ancora Gaetano Scutellaro, il 57enne fermato prima di imbarcarsi per le Canarie.
A cura di Giuseppe Cozzolino
8.004 CONDIVISIONI
Gaetano Scutellaro
Gaetano Scutellaro
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Tabaccaio ruba Gratta e vinci da mezzo milione a Napoli

Il Gratta e Vinci da 500mila euro sarebbe il suo e non lo avrebbe rubato alla signora che invece lo ha denunciato. Parla Gaetano Scutellaro, l'uomo accusato del furto di un biglietto gratta e vinci da 500mila euro che ha fatto parlare mezza Europa. Lo stesso uomo, incensurato e 57enne, si dichiara innocente partendo da una precisazione: "Non sono il tabaccaio, sono l'ex marito della titolare", ha raccontato in una intervista telefonica rilasciata a iNews24.it Scutellaro, che ha poi replicato punto su punto a tutte le accuse mossegli.

In primis, l'uomo ha specificato che il tagliando fosse il proprio e non della signora: "Lo avevo fatto comprare da un mio conoscente il giorno prima, e inizialmente credevo di aver vinto solo 500 euro. Ho chiesto io alla signora di incassarlo per me, perché non entro più in quella tabaccheria, non sono più in buoni rapporti". Gaetano Scutellaro spiega che poi si è allarmato quando ha visto che la donna non usciva dalla tabaccheria, avvicinandosi quindi in motorino: e che quando la donna le ha spiegato che bisogna andare in banca per incassare lui non avrebbe preso il biglietto per scappare, ma che lo avrebbe solo recuperato per poi allontanarsi.

"Sono andato a Latina perché avevo paura di restare a Napoli, non sapevo della denuncia della signora". Ma all'aeroporto di Fiumicino, dove si stava imbarcando per le Canarie, ha trovato ad attenderlo la Polizia di Frontiera. "Ero andato a Latina perché ho lì una seconda casa, ho depositato il biglietto in banca e volevo partire per smaltire lo stress", ha spiegato l'uomo che quando ha poi scoperto della denuncia avrebbe deciso di controquerelare la signora per calunnia. Ma al momento la vicenda è al vaglio da parte delle forze dell'ordine che, tuttavia, al momento non riterrebbero attendibile la sua ricostruzione dei fatti.

8.004 CONDIVISIONI
Gratta e Vinci rubato a Napoli, l'anziana ha ricevuto i soldi e ringrazia: "Caso gestito con professionalità"
Gratta e Vinci rubato a Napoli, l'anziana ha ricevuto i soldi e ringrazia: "Caso gestito con professionalità"
Com'è finita la storia del Gratta e Vinci da mezzo milione a Napoli? La vincitrice costretta a lasciar casa
Com'è finita la storia del Gratta e Vinci da mezzo milione a Napoli? La vincitrice costretta a lasciar casa
Avvelenati dal gioco d'azzardo: storie di ludopatici che hanno perso tutto e provano a rialzarsi
Avvelenati dal gioco d'azzardo: storie di ludopatici che hanno perso tutto e provano a rialzarsi
100.364 di Carmine Benincasa
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni