1.830 CONDIVISIONI
Covid 19
23 Ottobre 2020
23:00

Ore 23:00: è scattato il coprifuoco in Campania

Dalle 23 di oggi, 23 ottobre, entra in vigore l’ordinanza regionale 83, che tra le misure anti Covid dispone il coprifuoco notturno su tutto il territorio della Campania: fino alle 5 del giorno dopo sono sospese tutte le attività commerciali e sarà vietato lasciare le abitazioni se non per motivi di necessità o lavoro. Il provvedimento sarà in vigore fino al prossimo 13 novembre.
A cura di Nico Falco
1.830 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Dalle 23 di oggi, venerdì 23 ottobre, entra in vigore il coprifuoco notturno in Campania: fino al prossimo 13 novembre stop a tutti gli esercizi commerciali e agli spostamenti dalle 23 alle 5 del giorno successivo; chi lavora in attività sociali e ricreative è obbligato a tornare a casa entro le 23:30. Le eccezioni previste sono quelle che hanno caratterizzato anche il lockdown: saranno consentiti gli spostamenti soltanto per motivi di lavoro, di salute e per situazioni di necessità e urgenza; resta consentito il rientro al proprio domicilio o residenza dal luogo di lavoro.

Il provvedimento è stato introdotto con l'ordinanza regionale numero 83, emanata ieri, 22 ottobre. La città si è svuotata già intorno alle 21, pochissime le automobili in strada, ancora meno i passanti. Tra le altre misure che restano in vigore, sempre in un'ottica di diminuire gli spostamenti e le interazioni per arginare il numero di contagi da coronavirus, c'è il divieto di mobilità interprovinciale: per tutto l'arco della giornata (e non solo durante il coprifuoco) non è consentito spostarsi tra i comuni di due province diverse, sempre con le eccezioni già previste; è quindi consentito muoversi entro i comuni della stessa provincia e, ha chiarito la Regione Campania, è consentito anche attraversare (ma senza fermarsi) i territori di altre province per raggiungere zone fuori regione.

La prova della sussistenza dei motivi degli spostamenti resta al cittadino, che dovrà produrre una autocertificazione (ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) ed è tenuto a esibire specifica documentazione per attestare il motivo dello spostamento (come ricevuta di pagamento, biglietto di ingresso, titoli analoghi). La violazione del coprifuoco comporta una sanzione che va dai 400 ai mille euro; nel caso che la violazione sia commessa nell'esercizio di un'attività di impresa, si applica anche la sanzione amministrativa accessoria della chiusura dell'esercizio o dell'attività da 5 a 30 giorni. L'ordinanza è in vigore fino al prossimo 13 novembre.

1.830 CONDIVISIONI
31859 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni