È stato tempestivo, e ha evitato conseguenze ben peggiori, l'intervento di alcuni militari dell'Esercito Italiano che, alla Stazione Centrale di Napoli, hanno salvato un turista, colto improvvisamente da un malore nello scalo ferroviario partenopeo. L'uomo, un turista leccese in visita nel capoluogo campano, diabetico, è andato in iperglicemia: alcuni militari dell'Esercito Italiano, una pattuglia del Raggruppamento Campania impegnata nell'operazione "Strade Sicure", l'hanno notato mentre chiedeva aiuto, riverso sul pavimento della stazione, nei pressi della biglietteria. Fortunatamente, l'uomo è riuscito ad indicare ai militari di aver bisogno di una fiala di medicinale che aveva con sé e che gli uomini dell'Esercito gli hanno prontamente iniettato, evitando che potesse finire in coma diabetico. Sul posto sono arrivati anche i sanitari del 118, che si sono congratulati con i militari per la tempestività con la quale sono intervenuti. Dopo pochi minuti dall'iniezione, l'uomo si è ripreso e ha espresso profonda gratitudine verso i militari che l'hanno salvato.

Una storia che ricorda molto quanto accaduto qualche anno fa nel Porto di Napoli, dove i militari dell'Esercito salvarono la vita ad un turista che, anche in quella occasione, era stato colto da un improvviso malore. L'uomo presentava perdita di coscienza e assenza del battito cardiaco: i militari hanno allertato i soccorsi e, in attesa che questi arrivassero sul posto, hanno praticato la manovre di rianimazione al turista, che poco dopo ha fortunatamente ripreso conoscenza. All'arrivo dei sanitari del 118, l'uomo è stato accompagnato in ospedale per gli accertamenti del caso.