A Napoli stasera il coprifuoco è stato totalmente cancellato: centinaia i ragazzi in strada e purtroppo sì registra anche un atto di violenza. Un 17enne è stato accoltellato quando mancavano pochi minuti alle 22, quindi a ridosso del coprifuoco, in zona via Arcoleo, cuore del quartiere Chiaia, dove insistono numerosi bar. I motivi della rissa, ovviamente futili, insussistenti: una banale discussione tra giovanissimi. Tra lungomare Caracciolo, Mergellina, via Toledo, piazza Bellini e zona universitaria la stragrande maggioranza dei giovanissimi senza mascherina. Controlli? Pochissimi, quasi nessuno.

Le indagini sull'accoltellamento sono in corso; gli agenti hanno accertato che il ferimento è avvenuto intorno alle 21:40, in via Arcoleo, e non quando era già scattato il coprifuoco, come inizialmente ricostruito. Il ragazzo, residente a Miano, è stato portato in ambulanza al Pronto Soccorso del Pellegrini ma le sue condizioni non destano preoccupazione: ricoverato per accertamenti, aveva dei tagli superficiali a un braccio e a un fianco.

A far scattare la rissa, con successivo ferimento, sarebbe stata una discussione tra giovanissimi. L'aggressione sarebbe avvenuta davanti a un gruppetto di ragazze, in stato di choc per quanto accaduto. Sono state acquisite le registrazioni di alcune telecamere di sorveglianza della zona, che potrebbero avere ripreso il momento del ferimento o il responsabile in fuga. Le indagini sono affidate alla Squadra Mobile, col supporto del commissariato San Ferdinando della Polizia di Stato; gli agenti hanno ascoltato la vittima e alcuni coetanei che erano con lui.