È la situazione di un professionista della provincia di Napoli, un dentista residente a Portici ma con lo studio a Pozzuoli, entrambi centri ad altissima densità abitativa, a preoccupare sul fronte Covid-19. Nella sua diretta social del venerdì il governatore Vincenzo De Luca aveva spiegato senza scendere nei particolari: "Abbiamo dei contagi – aveva detto De Luca – derivanti da un dentista che era andato in Albania. Adesso stiamo facendo gli screening sui pazienti del laboratorio. Se vai in Albania, fatti il tampone due, tre volte di seguito". "Dobbiamo gestire questa fase di transizione nella quale – sottolinea – avendo aperto tutte le attivita' economiche, dobbiamo convivere con il coronavirus per 7-8 mesi se non vogliamo chiudere di nuovo tutto".

Ora emergono altre notizie: il professionista con scrupolo ha avvertito tutte le persone con cui è stato a contatto dopo aver appreso di essere positivo al Tampone e ora circa 100 persone si stanno sottoponendo in queste ore al test. Il dentista 52enne è isolamento fiduciario obbligatorio e non accusa sintomi gravi.

Dal monitoraggio settimanale delle regioni svolto dalla task force dell'Istituto superiore di sanità sul Nuovo Coronavirus, emerge anche un altro dato allarmante: un aumento, in Campania, dell'indice Rt, che si attesta a 1,42, vale a dire oltre la soglia di sicurezza di 1 e oltre la media nazionale, che si attesta a 0,98. Nei giorni scorsi dopo quasi due settimane a decessi zero si è incrementato di due casi il triste conto delle vittime da Covid, un ultraottantenne un quarantaseienne entrambi deceduti all'ospedale infettivologico Cotugno di Napoli.