Un giovane di 38 anni originario di Cesa, nel Casertano, è morto di Covid all'ospedale San Pio-Rummo di Benevento. Si tratta della vittima più giovane deceduta a causa del Coronavirus all'interno del nosocomio sannita. Sconvolta la comunità di Cesa, dove il sindaco Enzo Guida ha informato la cittadinanza del decesso del giovane, nel consueto bollettino giornaliero sull'andamento del contagio nella cittadina casertana.

"La nostra comunità piange un'altra vittima del Covid", ha spiegato il sindaco Enzo Guida, "questa sera il bollettino quotidiano è aggravato dal decesso, purtroppo, di un giovane imprenditore di 38 anni, da tempo trasferitosi in provincia di Benevento. Nei giorni scorsi avevamo appresso del suo ricovero in ospedale. Questa mattina la tragica notizia, comunicata dai familiari, di questo decesso. Nulla faceva presagire questo destino infausto", ha aggiunto ancora il primo cittadino di Cesa, "a dimostrazione che il Covid è pericoloso e fa paura. La comunità si stringe al dolore della famiglia, in questo momento triste e difficile. Invitiamo a non abbassare la guardia, a stare sempre attenti".

La provincia di Caserta è una delle zone più colpite dal Coronavirus nella cosiddetta "seconda ondata", con 63.336 casi positivi totali, di cui 6.413 attualmente positivi, 1.138 decessi e 55.785 persone guarite. Il comune di Cesa, in questo tragico bilancio, conta 867 casi totali, con 754 guarigioni, 16 decessi e 97 casi attualmente positivi. Numeri, quelli relativi al recente contagio, che avevano portato ad una mini zona rossa appena a fine aprile scorso, mentre la Campania entrava nella zona arancione.