3.688 CONDIVISIONI
Covid 19
13 Gennaio 2022
17:21

La morte del leader no-vax Domenico Biscardi e le teorie di complotto sul suo decesso

La morte per cause naturali di Domenico Biscardi, leader no-vax che molti credevano medico genetista, ha alimentato una serie di sconcertanti teorie del complotto.
A cura di Ciro Pellegrino
3.688 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Domenico Biscardi, 50 anni, è stato trovato morto nel suo appartamento di San Nicola la Strada, in provincia di Caserta, stroncato da un malore, probabilmente un infarto. Non era né un medico, né un ricercatore scientifico né un genetista, come molte persone invece credevano. L'uomo, da molti conosciuto come il «dottor Biscardi» era un ex titolare di pub a Caserta che negli ultimi anni si era dedicato ad una serie di narrazioni "alternative" di fenomeni scientifici, sposando in pieno teorie del complotto, dalle scie chimiche ai vaccini d'ogni tipo fino a quello contro Covid-19. Teorie ovviamente smentite da ogni evidenza logica e scientifica.

Nell'ultimo periodo Biscardi era diventato noto per sia per i video sulla pandemia ma anche e soprattutto per i suoi audio che avevano come canali virali alcune chat telegram da dove poi venivano condivisi su altre piattaforme: sosteneva non solo la dannosità dei vaccini ma anche un complotto delle principali aziende farmaceutiche teso a diffondere il virus e con esso il vaccino corrispondente che a sua volta sarebbe stato letale.

Domenico Biscardi aveva annunciato un viaggio alla Corte suprema europea, «sarà una nuova Norimberga. Ci sarà la guerra, scoppia la guerra, le case farmaceutiche dovranno pagare miliardi di euro» aveva dichiarato in uno di questi audio poi condiviso su Whatsapp e Telegram. Biscardi aveva parlato di vaccino contenente grafene e microtrasmettitori: tutte ipotesi false, palesemente antiscientifiche, non sostenute da alcuna evidenza scientifica. La sua morte, avvenuta per motivi naturali, a pochi giorni da una nuova manifestazione dei no-vax, ha tuttavia scatenato su Internet una poderosa ondata di teorie del complotto.  Basta passare mezz'ora sul web per rendersi conto delle teorie che ha alimentato la prematura scomparsa dell'uomo: «eliminato con un drone»; «fatto fuori perché scomodo» e così via.

Oggi, 13 gennaio,  nella chiesa di Santa Maria degli Angeli a San Nicola la Strada ai funerali di Biscardi si è radunato molto del popolo antivaccinista e complottista proveniente da fuori regione, alcuni hanno addirittura fatto dirette video della cerimonia funebre. Poche ore fa, Laura Granato, senatrice ex M5S, espulsa nel 2021, dalle posizioni fortemente no-vax, ha alimentato le teorie del complotto sul decesso del «dottore Biscardi»:

Sono sconvolta nell’aver appreso del decesso del dottore Biscardi. Quindi tutti coloro che si oppongono a questi farmaci e che parlano con un minimo di cognizione di causa… Cioè lui ha dichiarato pubblicamente che aveva trovato degli elementi probatori, che aveva tutte le carte in mano e che era pronto a fare una denuncia alla Corte Europea. Adesso, guarda combinazione, giovanissimo,  lo trovano morto in casa. Qualcuno crede ancora a queste coincidenze? Io francamente no, non ci credo proprio più.

3.688 CONDIVISIONI
29558 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni