Tornano pioggia e vento su tutta la Campania: le temperature, invece, resteranno ancora in leggero aumento rispetto alle medie stagionali. Sarà un mese di aprile, dunque, caratterizzato più dagli ultimi colpi di coda dell'inverno piuttosto che dai primi sprazzi di primavera: quasi una beffa considerando che invece per Pasqua e Pasquetta, in piena "zona rossa nazionale" con divieti di spostamenti e dunque alle gite fuori porta, il sole l'ha fatta da padrone, come non accadeva da tempo in concomitanza con le due festività religiose.

Già oggi in tutta la regione le nuvole hanno ripreso il sopravvento. A Napoli, venti anche molto forti, con intensità vicine ai 29 chilometri orari ed in progressivo aumento nelle prossime ore. Temperature che si manterranno invece attorno ai 18 gradi di valori massimi. Qualche possibile rovescio locale di breve intensità sul capoluogo campano. Andrà peggio invece nelle altre zone della Campania: cielo nuvoloso ed in rapido peggioramento, con forti raffiche di libeccio che manterranno le temperature alte. Venti forti anche nella zona del Matese, dove le raffiche arriveranno fino a 39 chilometri orari. Possibili anche piogge locali, con altrettante schiarite. Più moderati i venti lungo le coste del Cilento, ma in ogni caso superiori ai 30 chilometri orari. Possibili mareggiate lungo tutte le coste esposte, soprattutto quelle della provincia di Salerno. Già ieri la Protezione Civile Regionale aveva emanato una prima allerta meteo proprio per forti venti e mare agitato fino alla mattina di mercoledì: e non è escluso che nelle prossime ore possa arrivare anche una proroga.