381 CONDIVISIONI
Coronavirus
22 Giugno 2021
13:02

Mascherine all’aperto in Campania, De Luca non molla: “Serve sicurezza”

Vincenzo De Luca, ancora a favore dell’obbligo di mascherine anche all’esterno, nonostante la comunicazione del governo: “Toglierla non è conquistare lo sbarco in Normandia. Ho letto che i turisti arrivano se non ci sono le mascherine, invece vengono quando vedono che c’è una movida irresponsabile, che ci porterà a un nuovo calvario a ottobre”.
A cura di Redazione Napoli
381 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

Vincenzo De Luca sulle mascherine all'aperto non molla: continua a sostenere la sua contrarietà all'abolizione dell'obbligo di indossarla. «Toglierla non è conquistare lo sbarco in Normandia o firmare la Costituzione democratica», dice oggi a margine di un evento. «Ho letto che i turisti arrivano se non ci sono le mascherine, invece vengono quando vedono che c'è una società responsabile e non perduta in una movida irresponsabile, che ci porterà a un nuovo calvario a ottobre».

Proprio ieri sera il ministro della Salute, Roberto Speranza ha annunciato che dal 28 giugno sarà superato, in zona bianca, l’obbligo di indossare le mascherine all’aperto: «Dal 28 giugno superiamo l’obbligo di indossare le mascherine all’aperto in zona bianca, ma sempre nel rispetto delle indicazioni precauzionali stabilite dal Cts». Indicazioni sulle quali, manco a dirlo, De Luca si è dimostrato del tutto in disaccordo.

De Magistris: all'aperto non hanno più senso

«Le mie posizioni sono molto lineari e vanno in linea con quelle che deve adottare il governo nazionale». Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, rispondendo ai giornalisti, a margine della visita di Aleida Guevara a Palazzo San Giacomo, che gli chiedevano un parere sulla dismissione delle mascherine anti Covid all'aperto. «Non penso – ha sottolineato il primo cittadino – ci possano essere voci differenti su quale deve essere la linea da seguire. Se c'è una pandemia la linea la deve adottare il governo nazionale e il commissario Figliuolo, avendo loro alle spalle gli organi medici e scientifici».

«Se si decide che il 28 giugno si tolgono le mascherine all'aperto, si tolgono le mascherine all'aperto – ha rimarcato il sindaco uscente di Napoli -. Poi ognuno può avere il proprio pensiero ed esprimerlo. Siamo in democrazia ma non può accadere un presidente di Regione dica altro. Il governo deve agire con chiarezza e far rispettare le decisioni con autorevolezza su tutto il territorio nazionale. Credo – ha concluso – che le mascherine all'aperto non abbiano più senso anzi rischiano di essere controproducenti».

381 CONDIVISIONI
25958 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni