Riceviamo da Lucia una lettera che racconta il frustrante e improduttivo approccio al sistema di prenotazione del vaccino anti-Covid19 in Campania per sua madre, che ha la veneranda età di 92 anni. Il suo è stato un pellegrinaggio triste: dalla piattaforma Soresa alla mail per correggere gli errori, dal centro vaccinale ai due numeri verdi (Regione e Ordine dei Medici). Niente da fare. La donna non è stata ancora vaccinata contro Covid-19.

Mia madre di 92 anni è stata iscritta sulla piattaforma della Regione Campania per aderire alla campagna di vaccinazione contro il COVID in data 3 febbraio. Ho dovuto iscriverla io in quanto il suo medico di famiglia non ha dato la disponibilità né per iscrivere i pazienti sulla piattaforma né per vaccinarli.

Dal 3 febbraio non ci è giunto un solo cenno relativo a quando potrà essere vaccinata.

Mia madre è stata iscritta come non deambulante (ma non allettata) e dai giornali apprendo che per questa categoria di persone è stato fatto tanto poco quanto niente: sembra che le Usca siano state attivate solo da qualche settimana e che non riescano a fare più di 60 vaccinazioni al giorno.

In data 3 aprile ho inviato una mail al sito hd_ecovid@soresa.it per chiedere di inserire mia madre nella lista dei deambulanti al fine di procedere più celermente alla vaccinazione.

Ho provato più e più volte a contattare l'Asl Napoli 1 che non risponde mai.
Ho chiamato il numero verde della Regione Campania 800909699 che risponde con un messaggio registrato e dopo ore di attesa non mette in comunicazione con nessuno.

Ho chiamato il numero verde dell’Ordine dei Medici di Napoli 800954427 e sono riuscita a parlare con una dottoressa che mi ha suggerito di andare in un qualunque centro vaccinale e di esporre il caso di mia madre

Sono andata alla Fagianeria del Bosco di Capodimonte che è il centro vaccinale più vicino alla zona in cui abita mia madre e, seppur gentilissimi, mi hanno ribadito che si deve solo aspettare perché i medici delle Usca riescono a fare solo 60 vaccinazioni al giorno.

Ho letto del Camper che da pochi giorni si ferma in singoli quartieri di Napoli per vaccinare anche le persone non ancora prenotate: non ho trovato nessuna indicazione sulle prossime tappe che raggiungerà.

Leggo sui giornali che il Comune di Napoli sta cercando di contattare tutti gli over 80 che, per motivi diversi non si sono ancora registrati sulla piattaforma, per non lasciare nessuno dei “fragili” senza vaccino.

E mia madre? A chi mi devo rivolgere per sapere se e quando si vaccinerà?
C’è qualche persona competente che riesca a darmi una data certa o indicazioni chiare e concrete per capire come sbloccare questa situazione?