Le scuole non riaprono nel comune di Ischia, in provincia di Napoli: sull'isola verde era attesa la riapertura di istituti per l'infanzia, primaria e prima media, ritornati per decreto di governo in presenza. Ma non sarà così: i plessi di ogni ordine e grado restano chiusi in via precauzionale fino a sabato 10.

Il sindaco di Ischia, Enzo Ferrandino spiega i motivi che hanno portato alla decisione:

Riteniamo necessario adottare un atteggiamento di prudenza dopo aver ricevuto la notizia della positività di un parroco don Giuseppe Nicolella. Al momento non risultano focolai, ma bisogna attendere qualche giorno per avere un quadro più chiaro della situazione.

I comuni in cui le scuole restano chiuse

Scuole aperte oggi nei cinque capoluoghi di provincia della Campania, Napoli, Salerno, Caserta, Avellino e Benevento. Ma in molti centri piccoli e grandi, per vari motivi – tutti ovviamente riguardanti la situazione Covid – i sindaci hanno rimandato le riaperture in presenza, preferendo una proroga della didattica a distanza anche per le scuole dei piccoli.

In provincia di Caserta, scuole chiuse a Parete in questa settimana, mentre ad Alife la chiusura alla didattica in presenza è prorogata fino al 21 aprile. Chiusi nel Casertano anche gli istituti di Portico di Caserta, Villa Literno e Trentola Ducenta. In provincia di Avellino, scuole chiuse a Serino, Avella, Montemiletto, Santa Lucia di Serino e Montecalvo Irpino. Nel Salernitano, prorogata la didattica a distanza a Sarno, Cava de' Tirreni, Postiglione e Montesano sulla Marcellana. Nel Sannio, infine, scuole chiuse a Durazzano, Morcone, Airola, San Marco dei Cavoti, Castelpagano e Pannarano. Stessa situazione anche a Santa Maria La Carità, in provincia di Napoli. Tutti gli altri studenti, dunque, dovranno tornare nei loro banchi di scuole, dagli asili alla prima media.