Questa la situazione dell'epidemia di Coronavirus in Campania aggiornata al 7 gennaio: i nuovi casi nelle ultime 24 ore sono stati 1.366, a fronte di 17.212 tamponi; il tasso di positività si mantiene, dunque, al di sotto dell'8 percento. Secondo quanto reso noto nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di Crisi della Protezione Civile, in Campania si sono registrati anche 19 morti, mentre sono 1.364 le persone guarite. In totale, dall'inizio della pandemia, in Campania sono state 195.219 le persone che sono risultate positive al Coronavirus, mentre i tamponi analizzati finora sono 2.096.822.

Campania in zona gialla 7 e 8 gennaio

Intanto, questa mattina la Campania – così come il resto dell'Italia – si è svegliata in zona gialla, dopo la zona rossa, alternata a quella arancione, in vigore durante le festività natalizie. La zona gialla durerà oggi e domani, 7 e 8 gennaio, poi nel weekend si torna in zona arancione. Si attende il monitoraggio dell'Istituto superiore di sanità sui dati della pandemia in Campania per capire a partire dal lunedì 11 gennaio la Campania in che zona sarà collocata.

Ma cosa cambia in questi due giorni di zona gialla? Sono consentiti gli spostamenti all'interno della Regione di residenza, ma sono ancora vietati gli spostamenti tra le diverse Regioni, fatta eccezione per la comprovata motivazione (lavoro, salute). Visite nelle case di parenti e amici per un massimo di due persone, così come era stato durante le festività natalizie. La novità più importante è però costituita dalla riapertura di bar e ristoranti, che potranno vendere cibi e bevande anche in presenza e rimanere aperti fino alle ore 18.