194 CONDIVISIONI
Natale 2021

I ‘ladri del Natale’: rubati due abeti a Capodimonte e Posillipo donati dai commercianti

Due alberi di Natale sono stati rubati a Capodimonte e a Posillipo. Una triste “tradizione” che si ripete quasi ogni anno anche nella Galleria Umberto I.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Napoli Fanpage.it
A cura di Federica Grieco
194 CONDIVISIONI
I due ladri mentre scappano in scooter con l'albero rubato a Posillipo.
I due ladri mentre scappano in scooter con l'albero rubato a Posillipo.
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Natale 2021

Con l'avvicinarsi delle festività natalizie, luminarie e addobbi hanno invaso quartieri, strade e vicoli della città di Napoli. Numerosi anche i commercianti napoletani che hanno deciso di contribuire all'allestimento del capoluogo partenopeo, donando abeti da far addobbare a grandi e bambini con luci, palline e letterine destinate a Babbo Natale.

Iniziative molto apprezzate dai residenti della città che, però, se ne sono visti privare nel giro di qualche ora da teppisti. È quanto accade quasi ogni anno, come nella peggiore delle tradizioni, con l'albero installato nella Galleria Umberto I. Ogni dicembre, in prossimità delle vacanze natalizie, parte il totoscommesse su quante ore resterà al suo posto l'abete prima di essere portato via. Una scena, purtroppo, replicata quest'anno anche a Capodimonte e a Posillipo, dove due attività commerciali avevano deciso di donare ai bambini un albero su cui attaccare le proprie letterine di Natale: entrambi sono stati spezzati e portati via nel giro di pochissimo.

Rubati due alberi di Natale a Capodimonte e a Posillipo

Il primo dei due furti natalizi è avvenuto mercoledì 8 dicembre a Capodimonte, area collinare di Napoli. Ad essere rubato un albero di Natale donato, neanche 24 ore prima, da "Voglia di frutta", un negozio ortofrutticolo della zona. Un abete vero, decorato esclusivamente con le lucine, per permettere ai bambini di Capodimonte di decorarlo a proprio piacimento e di poter attaccare le proprio letterine destinate a Babbo Natale. Un gesto che non è passato inosservato, neanche agli occhi dei teppisti della zona che hanno deciso di rubarlo. Operazione non semplice visto che l'albero era legato con una catena. I responsabili, però, non si sono persi d'animo: armati di sega, lo hanno tagliato e portato via.

L'altro furto è avvenuto a Posillipo, quartiere della Municipalità 1. I proprietari del "Ke' Bar" avevano deciso di regalare ai residenti un albero installato in piazza San Luigi. «Dopo momenti difficili e con tanti sacrifici – spiega il signor Manzi, titolare dell'attività, che si è rivolto a Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde, e a Gianni Simioli de "La Radiazza" su Radio Marte – avevamo deciso di fare un albero di Natale per tutta la piazza, dove ogni bambino avrebbe potuto appendere la propria letterina per Babbo Natale». Nella notte tra l'8 e il 9 dicembre, però, è stato portato via da due persone in scooter riprese dalle telecamere di videosorveglianza. «Mio figlio di cinque anni mi ha detto: "Papà, com'è possibile che si siano rubati l'albero? Se non avevano i soldi, li avremmo potuti aiutare noi"».

Albero spezzato e poi rubato a Capodimonte.
Albero spezzato e poi rubato a Capodimonte.
194 CONDIVISIONI
144 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views