I carabinieri di Grottaminarda (Avellino) hanno arrestato due dipendenti di un supermercato, ritenuti responsabili di furto aggravato e continuato in concorso, e ne hanno denunciati altri due: secondo le indagini approfittavano dei turni notturni in una nota attività commerciale del comune dell'Avellinese per svuotare gli scaffali, caricando detersivi e alimenti sulle proprie automobili probabilmente con l'intenzione di rivendere tutto sottobanco. I due arrestati sono stati colti in flagrante durante un appostamento.

Le indagini sono partite in seguito alla segnalazione arrivata dal supermercato: il responsabile aveva negli ultimi giorni constatato dei grossi ed inspiegabili ammanchi di merce dagli scaffali e si era rivolto alle forze dell'ordine per cercare di capire dove finissero quei prodotti. Esaminando le registrazioni delle telecamere di sorveglianza, i militari hanno individuato come sospetti quattro operai, dipendenti di quel supermercato, che durante il turno notturno si occupavano della sistemazione dei prodotti sugli scaffali. All'alba di oggi, 19 novembre, con un servizio mirato, i carabinieri hanno raggiunto il supermercato per un controllo; hanno spento i fari della gazzella, si sono avvicinati all'ingresso e hanno scrutato all'interno, osservando i movimenti dei dipendenti. Poi sono intervenuti, bloccandoli proprio mentre stavano caricando sulle loro automobili detersivi, cosmetici e alimenti appena rubati.

I due, un 29enne di Grottaminarda e una 42enne di Montecalvo Irpino, sono stati arrestati in flagranza di reato e, su disposizione della Procura di Repubblica di Benevento, sono stati sottoposti ai domiciliari. Per episodi analoghi è scattata la denuncia in stato di libertà per altri due operai. Le indagini proseguono per appurare l'eventuale coinvolgimento di altre persone.