Coronavirus
28 Settembre 2021
9:06

Gli infermieri di Napoli premiati per la lotta al Covid, diventano cavalieri della Repubblica

Gli infermieri di Napoli premiati con l’Onoreficenza al Merito dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, per la lotta contro il Covid. Loredana Lapia, dirigente infermieri del Cotugno: “Dedicato ai colleghi che non ce l’hanno fatta”. Stefania Mautone, infermieri Pellegrini: “Un riconoscimento per tutto il personale sanitario”.
A cura di Pierluigi Frattasi
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

“Grata alla vita ed onorata per aver ricevuto la nomina di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana. Onorificenza che sento di condividere con tutti i miei colleghi infermieri. Con quelli del Cotugno che ancora prestano assistenza ininterrottamente da 18 mesi ai pazienti Covid. Con quelli che non sono più  qui, Francesco, Gabriele e tutti quelli che hanno combattuto il Covid ma che non ce  l'hanno fatta. È il riconoscimento del lavoro di tutti noi Infermieri”. Commenta così Loredana Lapia, dirigente delle Attività Infermieristiche dell’Ospedale Cotugno di Napoli, centro di riferimento regionale per le malattie infettive e la lotta al Covid19, fin dall’inizio della pandemia, il conferimento da parte del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella dell’Onoreficenza dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Un riconoscimento per gli infermieri partenopei impegnati nella battaglia quotidiana contro il Coronavirus.

Tra i premiati c’è Stefania Mautone, coordinatrice delle Attività Infermieristiche di Medicina Generale dell’Ospedale Pellegrini: “Oggi – dice – rappresento tutti i miei colleghi e soprattutto quelli che hanno perso la vita combattendo contro il Covid. Viva l'Italia, viva infermieri, medici, Oss e amministrativi tutti”. Mentre un’altra onoreficenza è andata al dottor Beniamino Picciano, direttore sanitario dell’Asl Napoli 1 distretto 28 di Scampia.

Tanti professionisti sanitari, purtroppo, non ce l’hanno fatta, pagando con la propria vita il sacrificio del lavoro quotidiano in​​ corsia contro un virus implacabile. In totale, sono 27 i cittadini della provincia di Napoli che hanno ricevuto dal prefetto di Napoli, Marco Valentini, l’importante onoreficenza, diventando così Cavalieri della Repubblica Italiana. La cerimonia si è tenuta ieri presso il Palazzo di Governo. Tra gli altri premiati, ieri, anche il pizzaiolo Gino Sorbillo.

27425 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni