Festa clandestina nel B&B a Corso Garibaldi, a Napoli, con 17 ragazzi assembrati senza mascherina in una stanza, interrotta dai carabinieri. L’episodio è accaduto nella giornata di sabato sera, quando la Campania era ancora in zona rossa Covid con divieti e restrizioni più stringenti ancora. Attorno alle ore 23, alcuni residenti della zona hanno segnalato al numero per le emergenze 112 urla e schiamazzi provenire da un palazzo di Corso Garibaldi, poco distante dalla Stazione Centrale di Napoli. A quel punto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia Stella che hanno raggiunto il luogo indicato. Qui hanno scoperto 17 ragazzi, tutti di età compresa tra i 18 e i 20 anni, mentre festeggiavano il compleanno di uno di loro con tanto di buffet.

Per i giovani festaioli sono scattate così le sanzioni per la violazione delle normative anti-Covid19, che sono più restrittive per la zona rossa – come detto in vigore ancora fino a ieri, mentre da oggi, lunedì 19 aprile, la Campania è passata in zona arancione. I 17 giovani, infatti, erano stipati e assembrati tutti in una stanzetta, intenti a festeggiare col buffet, peraltro senza indossare la mascherina come prevede invece la normativa. Tra gli ospiti, 5 ragazzi si trovavano anche fuori dal comune di residenza, anche questo spostamento vietato dalle norme anti-Covid, ad eccezione di casi di necessità, lavoro o salute. Divieto che vige anche con la zona arancione, in vigore da oggi in Campania, che ammette gli spostamenti solo all’interno del Comune di residenza. I ragazzi, a questo punto, sono stati multati e immediatamente allontanati dal B&B.