30 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Di nuovo spari contro gli autobus EAV: colpo di pistola distrugge il finestrino a Torregaveta

Un autobus Eav è stato danneggiato a Monte di Procida (Napoli): un colpo di pistola è stato sparato contro il finestrino, lato conducente.
A cura di Nico Falco
30 CONDIVISIONI
Immagine

La pallottola, esplosa dalla strada, ha raggiunto la parte alta del finestrino dell'autobus dell'Eav, sul lato del guidatore. Nessun ferito, ma un segnale allarmante: il colpo di pistola è stato sparato nella serata di ieri, 20 febbraio, a Torregaveta, frazione di Monte di Procida, in provincia di Napoli. A segnalare l'accaduto, che riporta alla mente i danneggiamenti di poche settimane fa, è il sindacalista Adolfo Vallini, dell'esecutivo provinciale USB.

Sparo contro l'autobus a Torregaveta

L'episodio è avvenuto mentre il veicolo era in movimento sulla tratta Torregaveta-Fusaro, all'altezza dell'ufficio postale di Torregaveta. Erano le 21.50 circa quando il conducente ha sentito il forte rumore proveniente dal finestrino, ha fermato la marcia per controllare e ha trovato il foro, presumibilmente causato da un colpo di pistola; sarà da chiarire se sia stato usato un piombino, sparato ad elevata potenza, tale da bucare il vetro, o se invece si tratta di un proiettile vero.

Sul posto sono intervenute le forze dell'ordine, che hanno avviato le indagini per ricostruire la dinamica e risalire al responsabile. Commenta Vallini:

Serve maggiore controllo del territorio e più sicurezza. Aziende, utenti e lavoratori non possono essere ostaggio della follia criminale di balordi senza scrupoli. Bisogna fermare in ogni modo questa forma di violenza metropolitana prima che sia troppo tardi. Il trasporto pubblico locale, le stazioni ed i capolinea devono ritornare ad essere luoghi sicuri.
Rivolgiamo un appello al prefetto di Napoli affinché convochi quanto prima un comitato per la sicurezza e l'ordine pubblico, con la partecipate delle aziende del TPL e le organizzazioni sindacali dei trasporti.

I raid contro gli autobus a gennaio, 20 mezzi danneggiati

Alla fine di gennaio, nel giro di poco più di un giorno, una ventina di autobus sono stati danneggiati a Napoli con una pistola a piombini. Nella tarda serata del 24 gennaio la Polizia di Stato ha bloccato due sospettati: si tratta di due giovani, entrambi incensurati e di circa trent'anni, che davanti agli investigatori hanno poi ammesso le proprie responsabilità per diversi dei raid e sono stati denunciati per porto di oggetti ad offendere e attentato alla sicurezza dei trasporti. Nel corso dell'interrogatorio i due hanno sostenuto di averlo fatto solo per divertimento, senza pensare alle conseguenze.

Immagine
30 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views