693 CONDIVISIONI
Coronavirus
25 Agosto 2021
12:03

De Luca: “Se facciamo 40mila vaccinazioni al giorno a fine ottobre torniamo a vivere”

“Con 40mila vaccinazioni al giorno entro fine ottobre la Campania torna a vivere”: lo dice il presidente della Campania, Vincenzo De Luca ad Avellino. E annuncia ai dipendenti del trasporto pubblico: “A loro chiederemo la vaccinazione obbligatoria. Chi non ce l’ha, non potrà lavorare. È una misura per salvaguardare tutti”.
A cura di Cir. Pel.
693 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

«Nei prossimi due mesi dobbiamo cogliere l'obiettivo di immunizzare contro Covid-19 un milione e 300 mila cittadini della Campania, dando priorità agli studenti che non hanno fatto ancora la seconda dose. Quarantamila vaccini al giorno, così a fine ottobre torniamo a vivere». A parlare è il presidente della Campania, Vincenzo De Luca, intervenendo ad Avellino in occasione del primo giorno di lavoro di 252 nuovi assunti per concorso all'Air spa, l'azienda di trasporto pubblico locale interamente partecipata dalla Regione.  «Serve un atto di responsabilità e di collaborazione da parte di tutti. In questo modo potremo ricominciare a riprenderci la nostra vita senza più chiusure e passi all'indietro».

De Luca dopo una pausa estiva fa il punto sulla situazione Covid in Campania e annuncia anche novità circa il green pass: «chiederemo la vaccinazione obbligatoria per il personale dell'azienda di trasporti. Chi non lo sarà non potrà lavorare. È una misura – ha detto ai dipendenti – che serve in primo luogo a salvaguardare la vostra salute e delle vostre famiglie».

Sul fronte del trasporto, vista la crisi di alcune aziende come Ctp, al collasso finanziario, ma anche alla napoletana Anm, il presidente della giunta regionale spiega che saranno salvaguardati i livelli occupazionali, non ripianati i debiti. E il riferimento è alla Città metropolitana di Napoli guidata – ancora per poco –  dal sindaco del capoluogo Luigi De Magistris:

Chi ha fatto i debiti negli anni precedenti, se li pianga. Noi salveremo il lavoro delle persone, così come abbiamo fatto per Eav. Anm è il risultato del disastro amministrativo del comune di Napoli, il più grande d'Italia. Eav l'abbiamo presa con 700 milioni di debiti, oggi è una delle prime due-tre aziende italiane del trasporto pubblico locale. La Campania ha dimostrato di poter vincere la sfida dell'efficienza nei confronti di chiunque, a cominciare dalla Lombardia.

693 CONDIVISIONI
27416 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni