«Critico il commissario di governo dei vaccini perché ad oggi alla Campania mancano 200mila vaccini ed è una vergogna». È un Vincenzo De Luca furente, quello che durante la sua settimanale diretta Facebook attacca a testa bassa il commissario di governo per l'emergenza Covid-19, generale Francesco Figliuolo.

Il governatore campano solleva poi una questione di immagine destinata a far discutere: «Consiglio al commissario Figliuolo di andare in giro per l'Italia in abiti civili. Quando si hanno funzioni civili – aggiunge – credo sia inappropriato andare in giro in abiti militari, con la tuta mimetica, gli anfibi… Questo rischia di determinare problemi delicati, l'immagine dell'esercito deve essere tenuta fuori dalle polemiche politiche. Quando si gestisce un piano di distribuzione diventano inevitabili le polemiche politiche e non è accettabile che si possano avere ricadute sulle forze armate – ha aggiunto in diretta Facebook – mi auguro che si correggano comportamenti inappropriati, chi ha funzioni civili si presenti con una immagine civile».

Il discorso si sposta poi sull'attuale scenario epidemiologico regionale: «La sensazione che abbiamo a volte che si decida alla giornata, come capita. Nel frattempo noi stiamo lavorando sul tema della salute in maniera molto concreta. Voglio fare precisazione su dati sanitari della Regione. C'è un dato che va considerato, l'unico incontestabile: quello di occupazione delle terapie intensive, unico vero che certifica stato di contagio in Regione, il resto sono dati gestiti come capita. Non voglio perdere tempo su giochi di prestigio sui dati, Campania rigore assoluto sui dati: rimaniamo Regione con livello piu' basso di occupazione e di decessi Covid».