289 CONDIVISIONI
Talebani a Kabul: le ultime news sull'Afghanistan
31 Agosto 2021
13:26

Dai napoletani tanti regali per gli afghani scappati dal regime dei talebani

Per gli afgani giunti in Campania per sfuggire al regime talebano tanti doni da parte dei napoletani, soprattutto abiti e giocattoli. E così è stato organizzato un “mercatino gratuito” con i generi di prima necessità e l’abbigliamento nuovo raccolto dalla Protezione civile regionale attraverso le donazioni.
A cura di Ciro Pellegrino
289 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Talebani a Kabul: le ultime news sull'Afghanistan

Tanta solidarietà, ma su questo c'erano pochi dubbi, per i profughi afgani arrivati qualche giorno fa a Napoli da Kabul, dove sono sfuggiti al ricostituito regime taliban.  In questi giorni i rifugiati (ancora devono ottenere lo status formale ma l'iter è iniziato)  hanno ricevuto o stanno ricevendo la prima dose di vaccino Pfizer presso il Covid Residence dell'Ospedale del Mare da parte del personale della Asl Napoli 1 Centro così come disposto dall'Unità di Crisi della Regione Campania. Nella giornata di domani saranno invece eseguiti i tamponi di fine quarantena a tutti gli ospiti, compresi i bambini.

Ciò che caratterizza questi giorni è l'arrivo di tante cose – soprattutto giocattoli e indumenti – dopo la "chiamata di solidarietà"  per convogliare presso l'associazione Il Quadrifoglio di Ponticelli (tutti i giorni, tranne la domenica, dalle 16 alle 19, numero 388.3874980) abiti o altri generi (non alimentari, non denaro) che potessero risultare utili a chi una notte è dovuto scappare da casa lasciando tutto.

E così è stato organizzato un "mercatino gratuito" con i generi di prima necessità e l'abbigliamento nuovo raccolto dalla Protezione civile regionale attraverso le donazioni. Sono state fornite a ciascun ospite anche valigie utili per i successivi trasferimenti, un kit per l'igiene personale e il servizio barbiere. Per migliorare le condizioni di permanenza, è stato adeguato il regime alimentare alle esigenze espresse dalle famiglie presenti.

Alcuni profughi hanno patologie croniche (diabete, ipertensione, ecc…), lo hanno spiegato ai medici e hanno ottenuto i farmaci per le loro terapie. «È in via di miglioramento – spiega una nota della Regione Campania – la paziente ricoverata al Presidio Ospedaliero Ospedale del Mare sottoposta ad intervento chirurgico: il decorso post-operatorio non presenta criticità, ma sarà necessario un iter riabilitativo di un paio di mesi.  I due neonati presenti nella struttura di Ponticelli sono visitati periodicamente dal neonatologo: allo stato non sono emerse criticità»

Prosegue, intanto, l'attività di supporto psicologico a cura dei volontari della Protezione civile della Regione Campania. È in corso l'approfondimento, nell'ambito dei colloqui in essere, delle professionalità e dei curricula di ciascun ospite, al fine di agevolarne l'inserimento lavorativo.

289 CONDIVISIONI
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni