Ciro Verdoliva e Vincenzo De Luca al Covid Center
in foto: Ciro Verdoliva e Vincenzo De Luca al Covid Center

Entro una settimana i posti disponibili al Covid Residence dell'Ospedale del Mare saranno raddoppiati, e l'Asl conta di avere entro la prossima settimana il personale sufficiente per avviare altri 16 posti di Terapia Intensiva oltre ai 10 ulteriori già messi in funzione. Lo ha spiegato il direttore generale dell'Asl Napoli 1, Ciro Verdoliva, durante una puntata speciale di "Barba e capelli", in onda su Radio Crc in cui ha fatto il punto della situazione. "L'Ospedale del Mare sta rispondendo benissimo – ha spiegato – è molto grande perché può essere plasmato secondo le esigenze e le varie intensità di cura. Abbiamo recuperato 40 posti (già pieni) nell'area desurgery e 8 posti di subintensiva, uno è occupato. La Terapia Intensiva delle strutture modulari passa da 6 a 16 posti e speriamo dalla prossima settimana di avere il personale sufficiente per portarla a 32, anche se la nostra speranza è di non utilizzarli".

Nel Covid Hotel, inaugurato la scorsa settimana, attualmente sono 42 le stanze disponibili e ci sono 6 ospiti, ma l'obiettivo è di raddoppiare la capienza entro pochi giorni. "Abbiamo aperto da mercoledì scorso con 42 stanze – ha detto Verdoliva – ne apriremo altre 42 mercoledì e abbiamo già 6 ospiti. È molto importante perché quella struttura ci permette di raggiungere 2 obiettivi: abbassare rischio del contagio e aumentare posti letto per i positivi". Sull'assenza di dati dei contagi del Comune di Napoli lamentata dal sindaco Luigi De Magistris, Verdoliva ha risposto che "al tavolo dell'Unità di crisi siede il rappresentante dell'Anci, tutti i comuni della regione Campania sono rappresentati con il sindaco Stefano Pisani che è sempre presente. I dati li inviamo sempre al sindaco De Magistris come a quello di Capri e alle forze dell'ordine, l'elaborazione è diversa perché si fanno sulla base di quelli trasmessi".