La Campania è stata inserita nella zona gialla per l'emergenza Covid. Il ministro della Salute Roberto Speranza firmerà nella serata di oggi l'ordinanza che prevede lo spostamento delle sole regioni Calabria, Emilia Romagna, Lombardia, Sicilia e Veneto in zona arancione. "Salva", dunque, la Campania che da lunedì 11 gennaio 2021 sarà dunque in zona gialla, ma ora bisognerà attendere eventuali ordinanze regionali.

Non è escluso, infatti, che nelle prossime ore da Palazzo Santa Lucia possano arrivare nuove ordinanze restrittive come nei giorni precedenti alle festività natalizie, quando la Campania era già entrata in zona gialla, ma con molte limitazioni tipiche di quella arancione, come la chiusura di bar e ristoranti (che in zona gialla potranno invece riaprire fino alle 18), nonché il divieto di spostamento tra province e comuni.

Attesa anche per le scuole: la Campania, dall'11 gennaio, aveva già optato per il solo rientro di scuole dell'infanzia e delle prime due classi della elementari alla didattica in presenza, mentre entro il 18 ed il 25 gennaio si deciderà rispettivamente per le altre classi della elementari e poi per medie e superiori. Anche in questo caso, si attenderà una futura ordinanza regionale (entro dunque le prossime due settimane) che faccia chiarezza, alla luce dei dati epidemiologici, sull'eventuale riapertura della didattica in presenza, dopo che dal 7 gennaio è già ripresa quella a distanza per le scuole di ogni ordine e grado della Regione Campania.