La curva dei contagi in Campania non si arresta e anche il Monaldi torna nella rete ospedaliera del Covid. Sono 8 i posti letto attivati al momento per la terapia intensiva, in cui sono già ricoverati altrettanti pazienti. Il nosocomio, che fa parte dell'Azienda Ospedaliera dei Colli, insieme al Cotugno e al CTO, aveva riconvertito le terapie intensive lo scorso maggio, quando il Monaldi era tornato "Covid free", nella prima fase dell'emergenza. Ora, per rispettare il piano dei posti letto disposto dalla Regione Campania lo scorso 15 ottobre, che prevede il raggiungimento di 263 posti letto complessivi in tutta l'Azienda dei Colli, anche al Monaldi, secondo le necessità, verranno attivati posti di degenza. Restano ovviamente garantiti i posti letto per le patologie no Covid. Sembra quindi lontana l'ipotesi di un coinvolgimento del CTO nella rete Covid, che aveva suscitato l'indignazione della Cisl che aveva chiesto un incontro al sindaco di Napoli Luigi de Magistris. Nei giorni scorsi il Direttore Generale dell'AO dei Colli Maurizio di Mauro è risultato positivo, seppur asintomatico, al Covid 19.

Intanto per arrestare la curva dei contagi il presidente della Regione Vincenzo De Luca, ha istituito dal prossimo venerdì coprifuoco dalle 23 alle 5 del mattino e bloccato gli spostamenti da una provincia all'altra, se non per motivi di acclarata necessità.