Ancora una festa abusiva scoperta dalle forze dell'ordine a Napoli: alla vigilia della zona gialla, si sono moltiplicati gli interventi degli agenti che, da una parte all'altra del capoluogo partenopeo, hanno dovuto disperdere assembramenti o intervenire in locali dove fossero presenti giovani intenti a festeggiare compleanni o altro, senza alcuna regola e in totale disprezzo delle normative sanitarie attualmente in vigore. L'ultimo intervento in ordine di tempo è avvenuto nella serata di ieri, su via Agostino Depretis, in pieno centro partenopeo.

Dopo una segnalazione per musica e schiamazzi, gli agenti sono arrivati all'interno di un Bed&Breakfast, scoprendo che all'interno vi era una e vera e propria festa organizzata da un gruppo di otto ragazzi, tutti napoletani e di età compresa tra i 24 ed i 30 anni. I giovani, tutti senza mascherina, avevano organizzato la feste nei dettagli: cibo, bevande e musica a tutto volume, in pieno contrasto alle normative vigenti di contrasto al Coronavirus. Per tutti e otto sono scattate le multe, oltre alla fine della festa stessa. In altri controlli, gli agenti di polizia hanno multato diverse persone in strada, tutte perché prive delle mascherine, tra largo San Giovanni Maggiore Pignatelli, piazza San Domenico Maggiore, largo Banchi Nuovi e piazzetta Nilo.

Controlli anche da parte dei carabinieri, che hanno multato a loro volta 154 persone, tutte perché in violazione delle norme sanitarie vigenti: mancato utilizzo delle mascherine, spostamento in comune diverso dalla propria residenza e mancato rispetto del “coprifuoco” senza giustificato motivo. Controlli, da parte dei militari dell'Arma, che si sono tenuti tra il Centro, Mergellina, il quartiere Vomero, il litorale flegreo e l’isola di Ischia.