Un locale di Marano di Napoli è stato chiuso dopo che all'interno è stata scoperta una festa di compleanno "abusiva" con 40 persone invitate. Il tutto, alla vigilia del passaggio della Campania da zona rossa a zona arancione, avvenuto questa notte. Tutte le persone presenti, festeggiato, invitati ed ovviamente anche il titolare del locale, sono stati multati per violazione delle norme anti contagio da Coronavirus.

L'episodio è accaduto nella zona di Marano di Napoli a ridosso della collina dei Camaldoli. Protagonista un noto ristorante della zona, dove i carabinieri della compagnia locale sono intervenuti allertati dal 112: all'interno della struttura, la scoperta di una festa di compleanno "abusiva". Il festeggiato, che ha compiuto 50 anni, aveva invitato quaranta persone per celebrare il mezzo secolo. Ma l'arrivo dei militari dell'Arma ha interrotto la festa di compleanno: multati tutti, dal festeggiato agli invitati, oltre al titolare del ristorante stesso, tutti per violazione delle normative anti covid. Non indossavano la mascherina e diverse persone erano anche al di fuori del proprio comune di residenza, oltre ad aver violato il coprifuoco. Il ristorante stesso è stato chiuso per cinque giorni proprio per le violazioni delle norme anti contagio.

Negli ultimi giorni, casi del genere sono sempre più frequenti. Sempre ieri, nel pomeriggio, scoperta una "braciata" abusiva nel Bosco della Maddalena di Casamicciola, con 12 persone assieme ai figli minori tra i partecipanti. Sabato scorso, scoperto un'altra festa di compleanno in un B&B nel centro storico di Napoli, con protagonisti 17 ragazzi tutti ventenni. E si tratta solo degli ultimi episodi in ordine cronologico di un elenco ormai lunghissimo di casi del genere da diverse settimane.