"A Napoli sono stati inviati solo 10 anestesisti e qualche decina di medici non specializzati. I numeri al lotto fatti circolare in questi giorni, che raccontano di migliaia di medici inviati a Napoli, sono da irresponsabili". Non le manda a dire il governatore della Campania Vincenzo De Luca, che in un post su Facebook intitolato "Operazione verità contro ogni forma di sciacallaggio", snocciola i dati "certificati dagli uffici regionali".

De Luca: "Hanno rinunciato 35 anestesisti su 48"

Una delle principali criticità che si stanno registrando nel fronteggiare la pandemia del Coronavirus, infatti, è proprio la carenza di anestesisti, medici specialisti necessari per poter attivare i posti letto di terapia intensiva nei Covid Hospital per i pazienti gravi. Una figura che manca in tutt'Italia e per questo è difficile da reperire. "Contiamo a oggi – dice Vincenzo De Luca – solo 10 anestesisti e qualche decina di medici non specializzati. Non ci sono parole. Proseguiremo ancora nei prossimi giorni con l'operazione verità, contro ogni forma di sciacallaggio nei confronti di una realtà sanitaria che ha dato prova straordinaria di dedizione e professionalità. È sconcertante che vi sia chi parla e diffama senza fare la cosa più semplice: informarsi sui dati oggettivi".

Poi aggiunge: "Nota degli uffici: per il reclutamento di medici sono stati indetti tre bandi, due nazionali, l'ultimo solo per la Campania. Con il primo bando sono stati assunti 85 medici senza specializzazione. Con gli altri due su 48 anestesisti che avevano presentato domanda, 35 hanno rinunciato. Solo 10 sono attualmente in servizio in quanto su altri 3 sono in corso verifiche".