Le scogliere, le spiagge e le aree della movida di Napoli saranno uno dei focus dei controlli anti Covid delle forze dell'ordine nei prossimi giorni: con l'approssimarsi dell'estate e il ritorno delle temperature più gradevoli anche di sera è infatti prevedibile che quelle zone si ripopolino, dando adito a potenziali assembramenti e, quindi, a occasioni di diffusione del contagio. La strategia di controllo, già attuata nello scorso weekend, è stata definita più accuratamente nel corso del Comitato Ordine e Sicurezza Pubblica che si è tenuto nella Prefettura di Napoli.

Per il fine settimana, oltre ai servizi di routine già attivi e che continueranno anche nei prossimi giorni, sono stati quindi pianificati controlli mirati, affidati a carabinieri, polizia municipale, polizia di Stato e Guardia di Finanza, con la previsione di ulteriori rafforzamenti ove necessario. In particolare i controlli si concentreranno sulle aree del Lungomare e nelle zone della movida napoletana, comprese anche le vie di accesso alle spiagge e alle scogliere. Particolare attenzione verrà riservata anche agli esercenti, per verificare il rispetto degli orari di chiusura dettati dalle normative anti contagio.

All'incontro, presieduto dal prefetto di Napoli Marco Valentini, hanno preso parte anche il procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Napoli – DDA, il facente funzioni di procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord, l'assessore al Patrimonio del Comune di Napoli e i vertici provinciali delle Forze dell'ordine, del Vice Comandante dei Vigili del Fuoco e del Comandante della Polizia locale di Napoli.