Una cerimonia con 120 invitati, nonostante ordinanze su ordinanze della Regione Campania e i dpcm del Governo abbiano fortemente limitato i partecipanti alle feste private per contenere la diffusione del Coronavirus: la scoperta è stata effettuata a Bacoli, nella provincia di Napoli, dove i militari della Guardia di Finanza hanno chiuso il ristorante che ha ospitato la cerimonia. In realtà, sono ben due i ristoranti chiusi a Bacoli per l'inottemperanza alle norme anti-Covid, come ha reso noto il sindaco della cittadina dei Campi Flegrei, Josi Gerardo Della Ragione: "Non ho parole. Oggi sono stati chiusi due ristoranti di Bacoli dove, violando ogni tipo di ordinanza, si stavano svolgendo cerimonie. È davvero sconcertante. In una, erano presenti oltre 120 invitati. Centoventi persone. Uno schiaffo, tra l’altro, a tutte quelle attività che, pur subendo un danno economico, stanno rispettando le regole" ha scritto il sindaco su Facebook.

"Ringrazio la Guardia di Finanza, ed il comandante Francesco Alloni, per il solerte intervento – prosegue il sindaco Della Ragione -. In più, sono state sanzionate diverse persone che, in strada o nei bar, non indossavano la mascherina. Siete degli scellerati. L’ho detto e lo ripeto. Non voglio un nuovo lockdown, sarebbe una tragedia per le famiglie, per i lavoratori, per i commercianti. Ma è inaccettabile che ci sia chi anteponga il guadagno e la baldoria rispetto alla tutela della salute. Avete superato ogni limite. Pugno duro contro chi non rispetta le regole. Non permetteremo che pochi irresponsabili mettano a rischio i sacrifici di tanti cittadini".