La Fondazione Gimbe ha diffuso la relazione settimanale relativa all'andamento dell'epidemia di Coronavirus in Italia, nel periodo di riferimento che va dal 30 settembre al 7 ottobre: la Campania, secondo i dati, è la regione italiana che, rispetto a quella precedente, ha fatto registrare il maggior numero di nuovi casi. Osservando il grafico del Gimbe che tiene conto la relazione tra casi attualmente positivi pero ogni 1oomila abitanti e l'incremento percentuale dei casi, la Campania risulta al primo posto: al 7 ottobre, i casi attivi su 100mila abitanti sono circa 140, mentre l'incremento in percentuale dei casi si attesta intorno al 24 percento. Secondo la relazione del Gimbe, nello stesso periodo di riferimento (30 settembre – 7 ottobre), la Campania è anche la terza regione per persone attualmente positive (che comprendono ricoverati in terapia intensiva, ricoverati con sintomi, persone in isolamento isolamento domiciliare): 8.343. Prima della Campania ci sono soltanto Lombardia e Lazio.

"Nell'ultima settimana la curva dei contagi si è impennata, in conseguenza del netto incremento del rapporto positivi/casi testati. Si conferma inoltre la crescita costante dei pazienti ospedalizzati con sintomi e di quelli in terapia intensiva" ha dichiarato Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe. "L'incremento del rapporto positivi/casi testati – spiega ancora Cartabellotta – conferma che il virus circola in maniera più sostenuta: per questo nelle Regioni dove supera il 5% è cruciale potenziare le attività di testing & tracing". La Campania è una di queste regioni: dal 30 settembre al 7 ottobre, il rapporto tra i positivi e i casi testati è stato del 6,3%.