L'Unità di Crisi della Regione Campania ha diffuso il bollettino di oggi, 14 febbraio: i nuovi positivi sono 1.603 (di cui 162 casi identificati da test antigenici rapidi), dei quali 1.362 asintomatici e 79 sintomatici (tutti identificati con tampone molecolare). Salgono quindi a 242.916 (di cui 3.065 scoperti con test antigenici) i casi in regione dall'inizio dell'epidemia.

Ieri i nuovi positivi erano stati 1.751. Nelle 24 ore dall'ultimo aggiornamento (il bollettino, come di consueto, riporta i dati alla mezzanotte precedente) risultano 686 guariti (in totale 169.916) e 7 deceduti (6 nelle ultime 48 e 1 in precedenza ma registrato ieri, per un totale di 4.006 morti dall'inizio dell'epidemia in Campania). Nella giornata di ieri sono stati effettuati 19.987 tamponi (di cui 3.116 antigenici); complessivamente i tamponi eseguiti sono 2.669.884, di cui 63.288 antigenici. La percentuale di positivi sul numero dei tamponi effettuati ieri è quindi dell'8,02%, leggermente in calo (il giorno precedente era stata dell'8,58%).

Relativamente all'occupazione dei posti in ospedale, dal bollettino si evince una diminuzione delle degenze ordinarie Covid, che passano da 1.356 a 1.322 (-34), ma un aumento dei pazienti in Terapia Intensiva: sono 111, +7 rispetto ai 104 del precedente bollettino. I posti disponibili ed attivabili per la degenza ordinaria Covid sono complessivamente 3.160, tra strutture pubbliche e private, mentre in regione sono 656 quelli di Terapia Intensiva, da utilizzare per tutte le patologie (dei quali 111 occupati da pazienti Covid).

Di queste ore la notizia che la nuova ondata di contagi sta mettendo sotto pressione gli ospedali regionali, in particolare a Napoli e a Salerno, dove i reparti di degenza ordinaria sono quasi tutti pieni e cominciano a scarseggiare i posti letto di Terapia Intensiva.