Sono dieci i nuovi casi di coronavirus a San Giorgio a Cremano, comune vesuviano alle porte di Napoli. Lo ha comunicato il sindaco Giorgio Zinno: si tratta di persone perlopiù asintomatiche, che portano il numero di casi attualmente positivi nella cittadina a 34, di cui cinque ricoverati in ospedale. I casi sono stati registrati da giovedì a domenica, dopo le analisi su 78 tamponi effettuati nei giorni scorsi soprattutto su chi è tornato dall'estero e su chi ha accusato i sintomi tipici del coronavirus.

"La positività è stata rilevata grazie all'obbligo di test per chi rientra dall'estero e alla responsabilità di molti concittadini", ha spiegato Giorgio Zinno, "che rientrando dalle regioni più esposte hanno chiesto al proprio medico curante di effettuare un tampone di verifica". Da inizio pandemia, i casi nel comune di San Giorgio a Cremano salgono così a 86: oltre ai 34 attualmente positivi, si registrano anche 44 guariti nei mesi scorsi, con 8 decessi per le conseguenze dell'infezione da CoViD-19, a fronte di 1.587 tamponi analizzati da marzo ad oggi. Il sindaco ha anche spiegato che negli ultimi tempi in città starebbero girando "segnalazioni di avrebbe detto di aver visto positivi in giro per la città", ma che di fronte "alla richiesta di nome e cognome per denunciare l'accaduto", avrebbe ricevuto "sempre la stessa risposta: "Io non li conosco, ma dicono di averli visti". Vi prego di non ascoltare chi semina terrore", ha proseguito ancora Zinno, "perché queste persone godono nel creare paure nel prossimo. Se conoscete realmente situazioni di pericolo, segnalatele, ma non ascoltate gli ignoranti e i folli che diffondono false notizie".